M5S snobbato, tutte le loro proposte messe in un angolino. E i media tacciono

Tutta la stampa locale e nazionale è impegnata a seguire la questione della senatrice Adele Gambaro, diventata ormai famosa per aver criticato Beppe Grillo in pubblico dopo i risultati delle amministrative. Nessuno o quasi però pensa ai disegni di legge che il Movimento Cinque Stelle ha presentato sia alla Camera che al Senato, più di 23. Quelli che giacciono in attesa che vengano assegnati a qualche commissione per essere discussi. Quelli di cui non si parla quasi da nessuna parte in attesa di eventuali scissioni dei pentastellati.

DI Viviana Pizzi

DISEGNI DI LEGGE ALLA CAMERA: CI SONO ANCHE LEGGI CONTRO LA CORRUZIONE E IL CONFLITTO DI INTERESSI
Tanto per cominciare il Deputato Colletti ha presentato una proposta di legge che punta ad ottenere Modifiche al codice penale, al codice di proceduram5s_inascoltato penale, al decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, al codice di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, alla legge 6 novembre 2012, n. 190, e al decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39, per la prevenzione e il contrasto della corruzione.
Questo testo come altri non è ancora disponibile sul sito ufficiale della Camera e non è stato nemmeno assegnato in commissione.
E ancora una legge antimafia contro il riciclaggio attende ancora di essere presa in considerazione. Si tratta delle Modifiche al codice penale, al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, e al decreto-legge 28 giugno 1990, n. 167, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 1990, n. 227, in materia di riciclaggio, autoriciclaggio e detenzione di attività finanziarie all’estero.
Sul fronte giudiziario si è anche parlato della proposta di legge del Deputato Greco che punta alla Modifica all’articolo 11 del decreto legislativo 7 settembre 2012, n. 155, in materia di proroga dell’entrata in vigore di disposizioni concernenti la riorganizzazione della distribuzione degli uffici giudiziari sul territorio, nonché esclusione delle regioni a statuto speciale e delle province autonome di Trento e di Bolzano dall’ambito di applicazione del medesimo decreto legislativo . Anche qui però nessuno ha pensato di assegnare questo disegno di legge in commissione.


E c’è di più perché il collega Fraccaro ha presentato anche un disegno di legge sulle disposizioni in materia di conflitto di interessi. E anche in questa occasione tutto tace.
Dulcis in fundo anche una modifica alla Costituzione proposta dal pentastellato De Lorenziis per modificare l’articolo 21 e permettere il riconoscimento del diritto dell’accesso alla rete internet.


C’E’ ANCHE UNA COMMISSIONE PARLAMENTARE D’INCHIESTA SULLA CRISI DEL MONTEPASCHI DI SIENA
Forse anche la scarsa informazione su questo particolare disegno di legge non ha permesso al Movimento Cinque Stelle di crescere ulteriormente. Infatti tra le proposte di legge ce n’è uno del deputato Artini sull’Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sul dissesto finanziario della banca Monte dei Paschi di Siena.
Non è tutto perché c’è anche un’altra commissione d’inchiesta che punta sull’affidamento di consulenze a soggetti esterni agli organici delle pubbliche amministrazioni.


ATTENZIONE ANCHE AI TEMI SANITARI E ALL’ASSISTENZA PER LE PERSONE SENZA FISSA DIMORA
Il Movimento Cinque Stelle si è distinto anche per l’attenzione ai temi sanitari. Per questo ci sono quattro disegni di legge non ancora assegnati in commissione. Il primo è del parlamentare Cecconi riguarda la modifica all’articolo 19 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di assistenza sanitariam5s_inascoltato_2 alle persone senza fissa dimora.
Per poi passare ad un’altra proposta dello stesso deputato sulle disposizioni per la tutela della salute e per la prevenzione dei danni derivanti dal consumo dei prodotti del tabacco.
La deputata Giulia Grillo ha inoltre progettato di istituire l’Ufficio del Garante della salute e modifiche al decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, in materia di organizzazione delle aziende sanitarie locali e di nomina agli incarichi direttivi e dirigenziali delle medesime.
Per poi finire con Silvia Giordano che ha pensato a “norme per il sostegno della ricerca e della produzione dei farmaci orfani e della cura delle malattie rare”.


L’ATTIVITÀ DEI DEPUTATI CINQUE STELLE PASSA ANCHE PER L’AGRICOLTURA E PER IL SISTEMA PENSIONISTICO.
La deputata Gessica Rostellato ha pensato alla modifica alla legge 8 agosto 1995, n. 335, e altre disposizioni concernenti la misura dei trattamenti pensionistici di reversibilità in favore dei superstiti”.
Mentre in materia di agricoltura il collega Ruocco ha progettato le modifiche alla disciplina concernente la produzione di latte di bufala e differimento del termine di efficacia delle disposizioni in materia di rilevazione delle quantità prodotte.
Ultimo atto della Camera ma non meno importante il disegno di legge del deputato Bonafede sulle modifiche al codice civile, alle disposizioni per la sua attuazione e al codice delle assicurazioni private, di cui al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, concernenti la determinazione e il risarcimento del danno non patrimoniale.


AL SENATO SI REPLICA SU GIUSTIZIA E SANITA’ MA ANCHE QUI I DISEGNI DI LEGGE NON SONO STATI ASSEGNATI
Forse meno dei Deputati ma anche i senatori del Movimento stanno collezionando disegni di legge non assegnati in commissione. Che vanno dalla giustizia alla Sanità.
Questi sono i cinque più importanti: Modifiche all’articolo 117 della Costituzione, concernenti l’attribuzione allo Stato della competenza legislativa esclusiva in materia di tutela della salute Modifiche agli articoli 102 e 103 della Costituzione, volte ad istituire una sezione specializzata per i reati militari presso i tribunali ordinari ed a sopprimere i tribunali militari Disposizioni in materia di riconoscimento della medicina omeopatica Soppressione dei tribunali militari e delle procure militari della Repubblica di Napoli e di Verona nonché del tribunale e dell’ufficio militare di sorveglianza di Roma, Modifiche al decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, in materia di finanziamento degli enti di ricerca.
Tutto senza alcuna assegnazione alle commissioni. Naturalmente abbiamo citato solo i casi più importanti ma spesso di tutto questo non si sa nulla: del Movimento Cinque Stelle si parla solo in caso di espulsioni o di scissioni.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.