Lo scippo di Ignazio La Russa in Puglia: senza paura o senza coraggio?

Lo scippo si consuma anche nella Puglia. A subire le manovre di Palazzo, vedendosi soffiare un seggio da sotto i piedi, è stato il farmacista di Terlizzi Marcello Gemmato, candidato numero 3 del listino di Fratelli d’Italia.

 

di Simona Tenentini

Le oltre trentaquattromila preferenze registrate dal consigliere comunale, in un attimo sono state incassate da Ignazio La Russa, candidato nello stesso listino ma in seconda posizione, subito dopo Giorgia Meloni.

In pratica, la neonata formazione nata dalla costola del Pdl, ha conquistato nove seggi in tutt’Italia, ma per un intricato calcolo di conteggi dovuto alla complessa legge elettorale attualmente in vigore, La Russa scegliendo la Puglia come seggio di elezione, non ha consentito, nei fatti, alla Meloni di optare per il seggio in Lombardia 1 che avrebbe invece liberato il posto per Gemmato.

La decisione è stata adottata giovedì nel corso della prima assemblea nazionale di Fratelli d’Italia.

Immediate le reazioni di protesta ed i commenti amareggiati dei numerosi elettori che si sono sentiti traditi.

Se lo slogan del partito era Senza Paura, ora è diventato Senza Coraggio e non si placa l’ondata di polemiche per il “giochetto di potere” adottato da chi, in campagna elettorale, aveva fatto della trasparenza il proprio cavallo di battaglia.

Marcello Gemmato, da parte sua, si limita a commentare in maniera abbastanza contenuta quello che è successo, affidando alla propria pagina facebook una pacata riflessione:

Quando non ancora 14enne iniziai a fare politica a destra, varcando la soglia di una cupa sezione di partito, a tutto pensavo fuorché al fatto che di li a qualche anno avrei concorso ed ottenuto un seggio da parlamentare. Sognavo di cambiare il mondo e lo penso ancora. Pensavo ad un’Idea non ad un seggio. Ringrazio Giorgia Meloni e Fabio Rampelli per l’opportunità che mi hanno dato e per aver creduto in me dal primo momento. Abbiamo combattuto a mani nude, con i soli nostri mezzi, contro corazzate conseguendo in 4 settimane 35.000 voti ed un seggio. Questo grazie ad una Comunità politica, ai candidati, alle tante persone che hanno creduto in un progetto di rinnovamento. Purtroppo il partito nella persona di Ignazio La Russa ha deciso di “scippare” il seggio faticosamente conseguito mortificando il lavoro svolto da tanti sul territorio, a mio avviso tradendo lo spirito di rinnovamento rappresentato da Fdi. Per quanto mi riguarda sono sereno. Ho tanti amici ed amiche che mi seguono e mi sono accanto, una moglie che mi supporta e sopporta, una professione. Non vivo di politica non “muoio” per essa. Tutto qui. In un colloquio riservato tenuto con La Russa ieri alla Camera dei Deputati nell’accomiatarmi ho ricordato una cosa di cui sono convinto, NELLA VITA TUTTO TORNA. Ne sono convinto. Grazie a tutti

larussascippaseggioinpugliaNon sono altrettanto concilianti, invece, le reazioni dei numerosi sostenitori di Fratelli d’Italia in ogni parte d’Italia, che vedono, nel gesto di La Russa il reiterarsi di vecchie dinamiche di partito, contrarie allo spirito di rinnovamento tanto ostentato nel corso della campagna elettorale.

Inoltre, a leggere le dichiarazioni degli elettori di Gemmato, sembra che non si tratti nemmeno di uno ‘scippo’ isolato: “è la stessa storia dell’ assessore che verrà nominato in lombardia per fratelli d italia………il più votato viene escluso a favore di………chi non ha nemmeno partecipato……..!!!!!!!! e NOI che siamo andati dalle persone dicendo che eravamo il nuovo il partito della meritocrazia………..!!!!!!!!!!!! CHE DELUSIONE MA SOPRATTUTTO CHE TRISTEZZA………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!” 

E infine, c’è chi auspica un’ulteriore divisione: “Marcello puoi dirci la Verità di come sono andate le cose? E’ solo Larussa che ha tradito? E la Meloni, Crosetto e Rampelli hanno delle colpe o possiamo continuare a fidarci ? Se ci hanno preso tutti per il c…lo possiamo provare a fare un nuovo percorso confidando solo sui pugliesi compreso Melchiorre ,Saccomanno, Mantovano ecc.”

Che stia nascendo Fratelli di Puglia?

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.