L’EDITORIALE/ VaffanZoom, la supercazzola nucleare

Il “VaffanZoom” che pubblichiamo rende bene l’idea di come i parlamentari della maggioranza premano in tal senso: nonostante Tetsuya e Jarrett siano il personaggio d’un cartone animato e il pianista jazz più bravo al mondo, gli intervistati propagandano virtù e vantaggi del nucleare. Resta il dispiacere, e forse anche l’amarezza, che nella battaglia contro il nucleare i partiti non parlino di decrescita. Ne’ Vendola ne’ Grillo ne’ De Magistris.

di Emiliano Morrone

amici_miei_monicelli_attoprimoIl governo tenta con strategia di chetare le voci contro il nucleare. Segue la via della forza, con la moratoria. Per i maggiorenti del centrodestra, meditare un annetto varrà “a capire, studiando e valutando meglio”. Come dire, dopo le tragedie, alludo al Giappone, s’approfondisce, si scava, ci s’addentra in “una questione delicata”; che, nella fattispecie, “andrà considerata a livello europeo”. Queste le frasi di berlusconiani e alleati, i quali vogliono guadagnare tempo temendo che il dissenso popolare sull’atomico riunisca la protesta civile: di studenti, ricercatori, operai, artisti, difensori della Costituzione.

E quindi la maggioranza degli italiani, quella mai rappresentata nei palazzi, scriva coi referendum, malgrado i programmi Mediaset, che vuole la verità sui trascorsi di Berlusconi e desidera un Paese pulito, democratico, senza pericoli e lobby. Questo il quadro, che cela, e male, l’obiettivo reale della destra, pure sostenuto in centri d’affari della sinistra: favorire gli speculatori del nucleare a danno del popolo.

Il “VaffanZoom” che pubblichiamo rende bene l’idea di come i parlamentari della maggioranza premano in tal senso: nonostante Tetsuya e Jarrett siano il personaggio d’un cartone animato e il pianista jazz più bravo al mondo, gli intervistati propagandano virtù e vantaggi del nucleare.

Resta il dispiacere, e forse anche l’amarezza, che nella battaglia contro il nucleare i partiti non parlino di decrescita. Nè Vendola nè Grillo nè De Magistris.

 

VAFFANZOOM – La supercazzola nucleare

di Emiliano Morrone e David Sansonetti

Questa settimana VaffanZoom ha voluto unire l’utile al dilettevole. Un tributo al maestro Mario Monicelli. Ma oltre a onorare la memoria di un grande del cinema italiano abbiamo voluto dimostrare la profonda ignoranza e inettitudine dei parlamentari che sostengono il nucleare. Ispirati dal conte Lello Mascetti, David e Emiliano si sono avventurati in una sessione di supercazzole con fassione sdenuclearizzata a destra. La cosa più divertente è che tutti gli intervistati, nessuno escuso, hanno risposto alle nostre domande supercazzolare senza capire una mazza. Della serie: ci fate o ci siete?


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.