L’EDITORIALE/ Il nuovo gellismo malcelato dalle troie

Prescrizione breve, è fatta. Sospiro di sollievo tra i berluscones, finto e celato nervosismo tra gli oppositori, a parte il solito Di Pietro. I commenti si sprecano, le due fazioni s’azzannano e gli avvoltoi – altrimenti detti “responsabili” – sono sì confusi ma sempre proni verso il migliore offerente. Con questa prescrizione breve – mossa politica prima che espediente tecnico di legge – l’utilizzatore finale (di troie e di norme ad personam) riuscirà a salvarsi dalla condanna per la tangente al “corrotto” Mills.

di Emiliano Morrone

chi_mi_ama_mi_seguaApprovata la prescrizione breve, i commenti si sprecano. L’avvocato e parlamentare pidiellino Paniz dice che il processo a Berlusconi per la corruzione di Mills non si sarebbe concluso comunque. Giuliano Ferrara scrive di un appello all’eversione lanciato dal professor Alberto Asor Rosa, contrario alla legittimazione democratica del premier e dei suoi parlamentari.

Travaglio, con la sua proverbiale chiarezza, spiega che cosa comporta la prescrizione breve: il presidente del Consiglio si salva dalla condanna per la tangente milionaria pagata a Mills al fine di nascondere la proprietà di Telepiù.

La prescrizione breve è dunque una mossa politica, prima che un espediente tecnico di legge.

Questa evidenza palmare non è stata spiegata agli italiani: l’opposizione, tranne Di Pietro, s’è smarrita nel caos. La colpevolezza di Berlusconi in sede processuale avrebbe determinato la fine del regime. Di cui fa parte, tuttavia, anche un pezzo del polo opposto: Violante e D’Alema, per citare tra i migliori alleati del Cavaliere, dei quali è noto il tatticismo di sopravvivenza.

Ora la strada è la scelta, a sinistra: o con gli ipocriti o coi rumorosi, rei confessi degli sbagli (gli onorevoli voltagabbana Scilipoti e Razzi) ma saldamente testardi contro il pericolo italiano: il nuovo gellismo malcelato dalle troie.


LEGGI ANCHE

L’EDITORIALE/ Stazione di Paola, Calabria: dal Tirreno allo Ionio, agli sbarchi per morte

EDITORIALE/ L’epopea dei vinti: per una lotta culturale al sistema

L’EDITORIALE/ VaffanZoom, la supercazzola nucleare

L’EDITORIALE/ Grillo dentro Berlusconi, ma la Politica è progetto

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.