Il libertinaggio ai tempi di Berlusconi XVI: Emilio Fede non ha più fede..

Voluttuoso, opulento e narcisista. Amante del boudoir e delle madame. Ha imprudemente affidato la sua persona a quattro sgualdrine. «Metti le autoreggenti bianche e comprati una  macchina per misurare la pressione. A lui piace così» I consigli per far eccitare l’utilizzatore finale. Un bel modo per sbloccare i liquidi e far aumentare la pressione. Ma lui è così: amante delle donne e del rischio, imprenditor senza paura, pieno di soldi e in preda alla sciagura.

di Donato Giannini

compleanno-berlusconi-61E ora che le rivelazioni delle sue fantasticherie e fantasie sono divenute ormai pubbliche e i documenti sulle intemperanze del senile Silvio (fossero solo quelle!) rischiano di incastrarlo per sempre, facendogli conoscere ciò che non ha mai conosciuto, l’attacco del godemiché (fallo artificiale) è sempre più vicino. Il maschio dominante, il Sultano, l’uomo che o ami o odi, colui che  giochicchia alla dottoressa e il paziente si è fatto sorprendere tra le vigorose cosce delle sue ragazze, adescate dagli scagnozzi e costrette al silenzio grazie ai suoi quattrini e ai suoi gioielli. Ma il “pas vu pas pri” (non visto, non beccato)  non gli è riuscito e ora i tempi diventano davvero duri.


EMILIO FEDE: IL SELEZIONATORE DELL’UTILIZZATORE

Vai a fidarti di Emilio Fede, giornalista delle casalinghe per antonomasia, amico intimo del premier nonché cagnolino da riporto, sempre del premier, che insegna alle ragazze la maniera per far precipitare il Sultano nella voluttà più completa e cerca di sgraffignare il contante del capo con il suo nuovo amichetto di giochi Dario, detto Lele, Mora. Quel volto ingannevole e quella voce melliflua come una tuba hanno sempre celato ciò che tutti  sospettavano: il bricconcello che c’è in lui. Seduto su un divano stile impero, nel boudoir del Sultano, seduto di fianco a Lele, in una stanza adornata di drappi rossi e quanto di più lussurioso si possa desiderare, il selezionatore governava le giovani e, indicando le pratiche preferite dal capo, le predisponeva per l’iniziazione al libertinaggio parlamentare.

La sua prodigalità sessuale lo072405513-5df38425-27a5-4194-9802-ef31048299b2costringeva a cedere tutte le ricchezze delle donne a colui che gli ha dato Rete quattro e la vita (come lui stesso affermò). Un ruolo il suo nobile e allo stesso tempo misero che, con molta probabilità, non riuscirà a fargli conquistare il posticino nel mausoleo di Arcore. Già ai tempi del  Billionare il nostro amato dedicava parte delle sue ore ad ammirare l’agone organizzato da Briatore. Da una prima selezione fatta in Sardegna le partecipanti passavano successivamente in mano al grande selezionatore il quale, attraverso i suoi potenti mezzi, le piazzava sul canale a farle dire il meteo ecc.


PRIMA IL MILAN POI IL BUNGA BUNGA

Dalle intercettazioni raccolte dalla Procura di Milano si scopre una forte amicizia tra il direttore della quarta rete e il manager di star più famoso d’Italia Lele Mora. Amicizie, queste, sempre molto raccomandabili. Alla domanda di Formigli, giornalista di Anno Zero, «Lele Mora è suo amico?» Fede afferma: «Lele Mora è una persona che io conosco, una persona per bene che fa il suo lavoro esattamente come fanno gli altri impresari, solo che lui in questo momento dà fastidio». Ci tiene molto al suo amico e rispetta molto il suo lavoro. Dalle intercettazioni si capisce il perché di questa stima:

22.08.2010 ore 17.29

Emilio: Lek

Lele : grande direttore

Emilio: ciao, senti ho parlato con lui oggi pomeriggio alle tre e mezza

Lek : che dice di bello

Emilio: è stanco incazzato per sta storia di Bossi, Casini ecc., poi ha detto che lui

andava alla partita… aveva capito che conoscevo delle ragazze, dice portale alla

partita, sono quelle due belle che mi ha presentato sai la storia di ieri sera vado rapido

perché, sai no la storia con Daniele…

Lele : sì

Emilio: e queste sono molto belle, che allora verrebbero, invece a cena perché c’hanno

la cosa sul lago d’Orta giusto

Lele : si, alle nove finiscono tutta la cosa, la manifestazione

Emilio: si poi ne parliamo comunque appena ho finito qua

Lele : si

Emilio: e quell’altra ha preso possesso secondo me le abbiamo regalato un tesoro a

quella li che non merita non mi piace quella persona

Lele : no

Emilio: eh

Lek : no

Emilio: Roberta no, ha preso già troppo possesso pretende di tutto

Lele : ho capito, cambiamo eh

Emilio: eh

Lele : cambiamo

Emilio: eh ma non gliela togli, non la togli lui è preso

Lele : ho capito

Emilio: lei è li al lago, a Daniele gli ha risposto no, no non vengo non me ne frega

niente sto qua con lui, e lei distesa al sole… è proprio, questa è una Claudia Galanti in

edizione diversa sai

Lele : ho capito, capito

Emilio: non ti pare

Lele : non la conosco molto bene conosco il livello professionale capito però sai le

persone poi si conoscono in maniera frequentandole

Emilio: e caro mio ma questa sai ha messo le mani sul tesoro eh

Lele : eh si, lei cosa vuole fare allora?

Emilio: no io ci devo andare alla partita e alla cena

Lek : ho capito

Emilio: alla cena facendomi raggiungere…

Lek : dalle due…

Emilio: dalle due, però io e te quando ci vediamo?

Lek :quando lei vuole

Emilio: io volevo che tu, io volevo portargli questo messaggio

Lele : si, io posso mandare adesso anche Mario a prendere tutto in una busta chiusa

poi magari lo porto io indietro compilato scritto bene

Emilio: ecco va bene

Lele : va bene?

Emilio: io esco alle otto però poi…

Lele : e ma ora alle otto ne ha più di uno li (ride)

Emilio: che vuol dire

Lele : no mando Mario a ritirarlo mi mettete tutto in una busta chiusa poi vengo io a

portarglielo

Emilio: ecco… ma me lo porti tu qua?

Lele : sì sì vengo io lì

Emilio: ce la fai?

Lele : certo

Emilio: va bene ok allora facciamo così, fami sbrigare la cosa li

Lele : ok

Emilio: perché bisogna che stasera gli arrivi sto messaggio hai capito?

Lele : ok, ok, ok

Emilio: che dici?

Lele : va bene allora io mando subito Mario a ritirarlo lo scrivo

Emilio: si, no lo scrivo io te lo scrivo

Lele : si ma

Emilio: mica lo scrivi tu

Lele : e no ma ho paura che magari lui veda la calligrafia poi se lo scrivi

Emilio: no no quello si, vuoi che… fatta la verifica vuoi che te lo detta in modo che

guadagniamo tempo e te lo scrivi

Lele : anche, va bene allora io tra 10 minuti la richiamo e lei me lo detta


MISS PIEMONTE E COMPANY

Ecco Emilio Fede sguinzagliato a telefono con due delle cortigiane di Arcore che, con molta confidenza, telefonano il direttore prima della partita e della serata bunga bunga:

22.08.2010 ore 18.09

“…. Emilio : pronto ?

Ambra: pronto salve sono Ambra…

Emilio: pronto, uhei, come stai?

Ambra: tutto bene, tutto bene, Daniele mi ha informato che voleva un saluto da noi

due…

Emilio: come tesoro? sì… certo…

Ambra: (ride) vuole che le passo anche Chiara?

Emilio: come?

Ambra: le passo anche Chiara?

Emilio: sì!! come stai?

Ambra: tutto bene, tutto bene

Emilio: tanto stasera forse ceniamo insieme, no?

Ambra: ok, sì-sì-sì-sì

Emilio: m… ? come va? Beh ci siamo divertiti poi ieri sera alla fine…

Ambra: eh sì, comunque aspetti che le passo Chiara adesso eh?!

Emilio: va bene…

Chiara: buonasera!

Emilio: hey, allora, abbiamo imparato a parlare?

Chiara: eh?

Emilio: abbiamo imparato a parlare?

Chiara: eh sì (ride) sto facendo le prove…

Emilio: senti come va? forse stasera ci vediamo, credo… no?

Chiara: penso di sì, adesso non so bene perché sono qui e… devo vedere come va la

serata…

Emilio: quindi non lo siete, non siete sicuri?

Chiara: io non lo so ancora, non son sicura al 100%, però penso di sì comunque…

Emilio: dove siete a Orte o ad Arona?

Chiara: a Orte… facciamo la sfilata…

Emilio: eh ma finite… quand’è che dovete farla la sfilata?

Chiara: scusi? non ho sentito bene

Emilio: ho capito bene quand’è che fate la sfilata?

Chiara: tra mezz’oretta penso…

Emilio: eh ma ce la fate, no?!

Chiara: sì penso di sì, io ancora non ho visto Daniele, per quello…

Emilio: arriverà Daniele e poi ricordati che domani devi venire qui…

Chiara: sì-sì-sì, lo so

Emilio: m? va bene?

Chiara: ok  

22.08.2010 ore 22.12

Ambra: pronto?

Emilio: chi è?

Ambra:. salve direttore, sono Ambra

Emilio: Ambra!! Come va?

Ambra:. Tutto bene, tutto bene, ho vinto Miss Piemonte…

Emilio: hai vinto miss Piemonte?

Ambra.: sì, ho vinto miss Piemonte

Emilio: eh, non avevo dubbi… stasera festeggiamo

Ambra: ecco, volevo solo passarle Daniele per farsi spiegare una cosa eh… glielo passo

Daniele: direttore?

Emilio:eh bisogna portarla stasera eh?! Farà schiattare tutte…

Daniele: eh già direttore ma io sto venendo da lei eh? Per chi m’ha preso direttore, io

sono appena partito… No guardi… mancano…

Emilio: eh ma io sono ancora alla partita

Daniele: sì lo so, lo so, lo so Chiara è arrivata quarta… terza, terza, terza… gliela

passo che la vuole salutare…

Chiara: buonasera!

Emilio: hey, allora? Brava complimenti…

Chiara: grazie mille

Emilio: vuol dire che vai a Salsomaggiore?

Chiara: eh… No, no, era una fascia così… devo fare le prefinali ancora…

Emilio: No? ah porca miseria… ah, le prefinali? Ti porto io la fascia, va…

Chiara: (ride) va bene… va bene

Emilio: senti sono molto contento, brava, ci vediamo stasera… ripassami Daniele

Chiara: ok arrivederci

Emilio: ciao

Daniele: eh direttore…

Emilio: dove ci vediamo, lì?

Daniele: allora io vengo lì

Emilio: dove lì?

Daniele: ad Arcore

Emilio: direttamente lì?

Daniele: vengo ad Arcore…

Emilio: eh, però alle undici

Daniele: alle undici? Ma io arrivo…

Emilio: ah no ma sarà anche dopo…

Daniele: sì undici e un quarto, undici…

Emilio: sì tanto guarda la partita qua finisce alle 22.45-undici, saremo lì, bene che

vada alle undici e mezza

Daniele: undici e mezza? va benissimo perché spero di non incontrare traffico perché

vedo un pò di rallentamenti…

Emilio: sì poi, tra l’altro tu arriva quando ti pare ma arriva, così gliela mettiamo nel

culo a tutti

Daniele: sì sì non sì preoccupi direttore…

Emilio: bravo, bravo

Damele: anche lei, si divertirà dopo, grazie di cuore…

Continua….

 

SULLO STESSO ARGOMENTO

RUBY RUBACUORI/ Chi tentò di rubare quel fascicolo? E perché?

SCENARIO/ Ruby Rubacuori e Noemi Letizia: dai rifiuti al sexygate

BUNGA BUNGA RETROSCENA/ Berlusconi e Ruby, tra sesso & potere

Sesso e potere: il parlamento di Berlusconi? Un bordel

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.