FESTIVAL GIORNALISMO PERUGIA 2011/ L’Infiltrato c’è…

La tradizionale intervista della domenica stavolta lascia spazio ad un evento di portata internazionale – il Festival del Giornalismo di Perugia – che L’Infiltrato ha seguito in prima linea, con inviati sul campo che si sono adoperati per portare “a casa” risultati eccezionali. Domani pubblicheremo quattro interviste ad altrettanti protagonisti di questo Festival, unico al mondo nel suo genere, giunto alla quinta edizione.

 

festival_internazionale_del_giornalismo_2011Fondato nel 2006 da Arianna Ciccone e Christopher Potter “si pone l’obiettivo di parlare di giornalismo, informazione, libertà di stampa e democrazia secondo il modello 2.0”, rendendo possibile gli incontri ravvicinati tra i protagonisti dell’informazione italiana e straniera e i fruitori di questo flusso mediatico, quindi cittadini, lettori, studenti, professionisti.

Ingresso libero, workshop gratuiti, panel discussion, interviste, tg festival, backstage, una web tv che mette on-line tutti i video degli incontri.

I numeri? Impressionanti: nel 2010 sono state trentamila le presenze in cinque giorni di eventi, con “300 speakers, più di 250 giornalisti, blogger, freelance accreditati e oltre 200 volontari arrivati letteralmente da tutto il mondo.” E basta guardare i media partner di quest’anno per comprenderne appieno la grandezza: Al Jazeera e Repubblica.it, Journalism.co.uk e Corriere.it. E poi Ansa, La Stampa, Current, AgoraVox, Radio 1 e tanti altri.

Ieri Marco Rizzo, sull’Unità, ha raccontato uno splendido aneddoto che accredita il Festival del Giornalismo di Perugia come un punto di riferimento anche per chi si occupa di informazione indipendente: “Appena tre anni fa due trentenni si affacciavano nelle sale del Festival senza che nessuno si accorgesse più di tanto di loro. Chi erano? Daniel Domscheit-Berg e…Julian Assange.”

All’epoca geni incompresi – risultava difficile digerire quello che andavano raccontando al mondo – oggi star bizzose, fresche di divorzio. Assange guida ancora la controversa organizzazione di Wikileaks, Domscheit-Berg – forse stanco dei capricci da primadonna dell’ex amico – si è messo in proprio con un progetto simile all’originale, Openleaks.org .

E allora ci diamo appuntamento a domani, per scoprire insieme quali sono i quattro protagonisti di questa edizione 2011, che L’Infiltrato ha intervistato per i suoi lettori. Con qualche indizio – poteri forti in Italia, ambiente e criminalità organizzata, irriverenza e giornalisti infiltrati – e una promessa: non faremo sconti a nessuno


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.