ELEZIONI MOLISE / Il ribaltone? Eccolo. Ma è puramente statistico…

di Alessandro Corroppoli

Il quadro non solo politico che si è venuto a creare dal dopo voto è abbastanza preoccupante: minacce di querele da ambo le parti, rigurgiti politici di qualche vecchio cavallo di ritorno, schermaglie volgari tra i “tifosi” delle squadre ma, soprattutto, il dubbio che affligge tutti i molisani dopo le anomalie e le stranezze sorte nella raccolta delle preferenze durante la lunga notte tra il 17 e il 18 ottobre scorsi: chi ha vinto davvero le consultazioni elettorali? Attraverso un lavoro puramente statistico, di ricerca e analisi del voto, riusciamo a fornire una risposta concreta. Che parte dalla scoperta di un verbale (che riportiamo in allegato) del tutto privo dei risultati del voto disgiunto….

Paolo Frattura e Michele IorioAllo stato attuale il vincitore, grazie “alla lunga vita di Grillo” (Silvio Berlusconi dixit), è la compagine di centrodestra che riconfermerebbe il governatore plurindagato Michele Iorio per una manciata di voti, pressappoco 1505. Ma qualcosa non tornerebbe nel calderone generale dei voti.

Infiltrato.it è stata la prima testata giornalistica che ha parlato e scritto di anomalie nella raccolta e nel conteggio dei voti ma soprattutto è stata la prima a fornire una spiegazione plausibile alle speranze del centrosinistra, andando a scovare – attraverso un lavoro capillare della propria redazione – le varie anomalie che via via si sono presentate, come ad esempio le percentuali ‘sballate’ dell’ormai famoso disgiunto.

Il lavoro di verifica da parte dello staff del candidato presidente Frattura non si è fermato e in questi giorni, più che rispondere agli attacchi provenienti dal centrodestra, hanno preferito dedicarsi ad un lavoro di ricerca e analisi del voto.

Di seguito riportiamo il sunto di un lavoro puramente statistico dove sono stati presi in esame alcuni comuni sia della provincia di Campobasso (Campobasso, Petacciato, Gildone, Campodipietra, Lupara, Salcito) che della provincia di Isernia (Frosolone, Civitanova del Sannio, Rionero Sannitico, Sant’Elena Sannita), per un totale di circa 23 sezioni nelle quali si sono riscontrate anomalie e segnalazioni da parte dei vari rappresentati di lista presenti nei seggi.

In pratica si è fatto un calcolo puramente matematico, una simulazione, prendendo in esame quei comuni e quelle sezioni dove per tutti e quattro candidati si presume – dalle segnalazioni raccolte – non sia stato conteggiato il voto disgiunto.

Come si è proceduto?

Prediamo ad esempio il candidato Michele Iorio, che ha ottenuto nella provincia di Campobasso una percentuale di voto – rispetto alle liste a lui collegate – pari all’88.39%. Se nel comune X le liste collegate a Iorio hanno ottenuto 100 voti, in percentuale il solo Michele Iorio, tenendo presente il dato provinciale, otterrebbe 88.39 preferenze. Entriamo nello specifico e facciamo un esempio concreto. Nel comune di Salcito i voti di lista per il centrodestra sono stati 262 mentre quelli per Michele Iorio 270. Se si applica il metodo di cui sopra noi avremmo un Michele Iorio, il solo Michele Iorio, con 232.92 voti, perché si farebbe la percentuale tra i voti di lista del Centrodestra (262) e la percentuale provinciale ufficiale, in questo caso della provincia di Campobasso, pari a 88.39%.

In questo comune i voti persi da Michele Iorio sarebbero 37,08.

Ovviamente tale metodo è stato applicato a tutti e quattro i candidati e si sono ottenuti i seguenti risultati ( riportiamo solo quelli dei due maggiori competitor): per la provincia di Campobasso si otterrebbero 707 schede in più a favore di Frattura e 880 in meno per Iorio. Nel calcolo complessivo del togli e aggiungi il candidato di centrosinistra aumenterebbe di 1587 i voti a suo favore.  Nella provincia di Isernia invece otterremmo questo dato:  per Frattura un 307 schede a favore mentre per Iorio un 317 schede in meno, che complessivamente sarebbero , sempre nel togli e aggiungi dei conteggi, un più 624 per Frattura.

Alla luce di questi dati calcolati si ottiene un dato complessivo completamente ribaltato a favore di Paolo Frattura, perché lo sfidante recupererebbe complessivamente tra le due provincie circa 2211 voti e  salirebbe a 88645, mentre Iorio scenderebbe a 87945 con, perdendo di fatto tutto lo svantaggio di quei 1505 consensi in più che per ora fanno la differenza.

Infine un’ultima ora. Sembrerebbe che nel comune di Montefalcone del Sannio i verbali consegnati alla Prefettura risulterebbero del tutto privi del risultati del voto disgiunto ( si è tenuto conto solo dei voti di lista e dei voti diretti ai candidati presidenti). A testimonianza di ciò alleghiamo il verbale ufficiale e mettiamo in evidenza l’avvertenza finale, che così è stata interpretata: il totale dei voti validi per CIASCUNA DELLE liste regionali deve essere pari alla somma del totale dei voti validi per tutte le liste provinciali AD ESSA COLLEGATE e dei voti validi solo per le liste regionali. Facciamo notare che Sindaco del comune è Gigino D’Angelo, già assessore della Giunta D’Ascanio alla Provincia di Campobasso, candidato con SEL. Da questa “svista” risultano danneggiati Paolo di Laura Frattura e Antonio Federico.

Di seguito il verbale trasmesso.

ELEZIONI REGIONALI DEL 16 E 17 OTTOBRE 201

 LUNEDI’ 17                                                                            ALLA PREFETTURA- U.T.G

    MARTEDI’ 18                                                        UFFICIO ELETTORALE PROVINCIALE

OTTOBRE CAMPOBASSO

MESSAGGIO NR. 9 (Scrutini definitivi)

(da trasmettere appena acquisiti i risultati definitivi di tutte le sezioni)

Comune di MONTEFALCONE NEL SANNIO


RISULTATI DEGLI SCRUTINI DI NR.  2   SEZIONI SU NR.  2 SEZIONI


LISTE REGIONALI

Voti validi

(compresi quelli contestati e attribuiti) 


LISTE PROVINCIALI

Voti validi

(compresi quelli contestati e attribuiti)

IL MOLISE DI TUTTI – FRATTURA PRESIDENTE

576

Partecipazione Democratica – Costruire Democrazia

10

LA DESTRA

6

Partito Democratico

12

PER IL MOLISE – IORIO PRESIDENTE

505

Alternativ@

17

MOVIMENTO BEPPEGRILLO.IT

17

Partito Socialista Italiano

10

TOTALE VOTI VALIDI PER LE LISTE REGIONALI

1104

Di Pietro – Italia dei Valori

31


Sinistra Ecologia e Libertà

484


Federazione della Sinistra – Rifondazione Comunisti Italiani

10


La Destra

2


Grande Sud

137


Molise Civile

11


Alleanza di Centro – Pionati

23


Progetto Molise – Iorio Presidente

94


UDEUR Popolari

17


Unione di Centro – Casini

58


Il Popolo della Libertà – Iorio Presidente

161


Movimento Beppegrillo.it

11


TOTALE VOTI VALIDI PER LE LISTE PROVINCIALI

1088


Schede bianche ……………………………

28


Totale schede  nulle

30


Schede  contestate e non attribuite


Voti validi solo per le liste regionali

16


TOTALE COMPLESSIVO

(pari al numero dei votanti)

1162


VOTANTI: MASCHI nr.   597        FEMMINE nr.    565           TOTALE nr.    1162


(se il numero dei votanti è variato rispetto a quello comunicato con il messaggio nr. 7 barrare la dicitura “RETTIFICA ”).



TRASMETTE: Speranza                                                          VISTO: Il Segretario Comunale o Responsabile del Servizio


Data 17 ottobre 2011   ore 21:05                                                                          

AVVERTENZA: il totale dei voti validi per le liste regionali deve essere pari alla somma del totale dei voti validi per tutte le liste provinciali e dei voti validi solo per le liste regionali.

LEGGI ANCHE

WATERGATE MOLISE/ Tutti (o quasi) i nuovi inquietanti retroscena di quella notte elettorale

WATERGATE MOLISE/ Non facciamoci intimidire: Mobilitazione!

La vittoria di Iorio si trasforma in un giallo: ecco in esclusiva tutte le anomalie

Clamoroso: a rischio l’elezione di Iorio. Possibile un ribaltone.


Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.