ECOMAFIE/ Sito Cantariello: una bomba ecologica ad orologeria

I paradossi di un sito che fuma da anni rifiuti tossici non ha fine: il sindaco di Afragola, Vincenzo Nespoli, è anche senatore quindi potrebbe portare il “caso Cantariello” a Montecitorio e invece fa orecchie da mercante; il comune di Afragola a sua volta spende 100 mila euro dei soldi pubblici per il concerto di Anastacia e in ultimo tutto è peggiorato dalle incursioni di ignoti che continuano a sversare rifiuti, senza nessun controllo. Cantariello, a metà strada tra Afragola e Casoria, ogni giorno implode  prima della vera esplosione.

di Maria Cristina Giovannitti

ecomafie_cantariello

Premesso che spendere 100mila euro dei soldi pubblici per una manifestazione “culturale” –ovvero lo spettacolo di Anastacia che tanto culturale poi non è– è davvero troppo, il concerto è stato il casus belli usato dalla popolazione per dare rilievo alla loro esasperazione. I cittadini sono stanchi e  non si lasciano più abbindolare dalle chiacchiere: lo hanno dimostrato gli striscioni di protesta esposti dalle finestre di casa e la manifestazione simbolica con maschere antigas.Ma è mai possibile spendere tanto denaro per una sola serata da trascorrere in musica e poi lasciare vivere la propria gente, per tutti gli altri giorni dell’anno, in una terra violata dai rifiuti tossici? Nella determina n.810 del 22 giugno è scritto:

«Visto che lo spettacolo in questione consiste in una due giorni con artisti di grosso spessore nazionale ed internazionale quali Anastacia che è in esclusiva per il Sud Italia e i J-Ax … il preventivo presentato comprensivo di organizzazione e direzione artistica, di noleggio palco coperto, sistemazione area, fornitura di energia, Service, personale tecnico di supporto, vigilanza, e di quant’altro occorre per la realizzazione dell’evento pubblicità sui giornali regionali e nazionali, sul web, di spot radiofonici su emittenti nazionali fornitura di energia elettrica ecc è di €. 232.644,00 ma che viene proposta ad €. 100.000,00 IVA compresa in quanto la restante parte della somma sarà a carico della società organizzatrice che porrà, a copertura della stessa, un biglietto di ingresso che va dai 36,00 euro ai 27,00 euro per Anastacia e di €. 14,00 per i J.Ax»

Insomma il comune di Afragola chiaramente ha detto di coprire un tetto massimo di 100mila euro ed il restante è pagato con gli introiti dei biglietti. E gira e rigira è sempre il cittadino a farne le “spese”, letteralmente. Ma fosse solo il lato economico il vero problema di Casoria ed Afragola … quanto più la pubblica salute.

{module Inchieste integrato adsense}

In concomitanza al concerto e tutti i suoi retroscena, Antonio Amato Presidente della Commissione Regionale Bonifiche ed Ecomafie ha richiesto l’intervento urgente dell’Assessore all’Ambiente Giovanni Romano per procedere alla bonifica, visto che lo stato igienico è peggiorato ed il rischio per la salute aumenta. L’Assessore Romano ha raccolto l’appello dicendo «La situazione è diventata estremamente critica e venendo incontro alle esigenze dei cittadini, ho chiesto ai miei uffici e all’Arpac -Agenzia Regionale Protezione Campania- di attivarsi immediatamente per risolvere il problema, in sostituzione degli enti che avrebbero dovuto farlo». Un chiaro esempio di scarica barile dove Cantariello è la “patata bollente” da passarsi. Intanto il Comitato No alle Discariche a Nord di Napoli da anni aveva richiesto un controllo serrato del sito, senza ricevere mai risposta. E come volevasi dimostrare nella notte del 16 e 17 luglio alcuni sciacalli hanno abbattuto i cancelli di Cantariello per continuare a seppellire rifiuti illegali, senza timori e non curanti dei danni che si accumulano a quelli già evidenti. Il Coordinamento dei Comitati per la Bonifica chiede al comune di Casoria di installare telecamere per la videosorveglianza affinché il sito sia monitorato in modo permanente aspettando che, oltre alle parole, subentrino i fatti.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.