DIVENTARE GIORNALISTA/ L’Infiltrato, il Direttore e quel gruppo di “manigoldi”…

Infiltrato.it non è più un blog. O meglio. Non è più solo un blog. Oramai è a tutti gli effetti una testata giornalistica registrata (Tribunale di Isernia, n° 1/2011 del 19/01/2011) con un editore e un grande, libero e coraggioso direttore. Chi è? Guarda il video e scopri anche come diventare giornalista, partecipando all’informazione indipendente e all’intrattenimento di Infiltrato.it

diventare_giornalistaOra possiamo dirlo chiaramente. Siamo un giornale on-line a tutti gli effetti. Il merito? Dei tanti ragazzi che in questi mesi ci hanno aiutato a costruire la nostra informazione e dei tanti lettori che ne hanno apprezzato i contenuti.

E poi, diciamocela tutta, abbiamo trovato un “pazzo” che si è lanciato in questa avventura come un tuffatore estremo, senza paura, da grande giornalista antimafia quale è. Senza troppa enfasi, senza rulli di tamburi ma con grande orgoglio e onore vi invitiamo a guardare il video di presentazione della nostra testata giornalistica, in cui il nostro Direttore, Emiliano Morrone, ci mette la faccia.

E racconta perché è diventato un “infiltrato”, spiega come partecipare all’informazione libera e indipendente che vogliamo continuare a realizzare, senza dimenticare l’aspetto più legato all’intrattenimento – cinema, moda, sport, libri… – che continueremo a curare.

Per info e contatti scrivi a: collabora@infiltrato.it

GUARDA LA VIDEO-INTERVISTA

 

Leggi la trascrizione della video-intervista

Emiliano Morrone, giornalista antimafia impegnato nella lotta alle mafie e da poco Direttore dell’Infiltrato, giusto?

È un’intervista atipica, nel senso che ce la suoniamo e ce la cantiamo tra di noi. Direttore de L’Infiltrato, redattore de L’Infiltrato. Come avete modo di vedere sono giovani, nel senso che io non lo sono più, mi hanno coinvolto in questa nuova avventura e io ho accentato subito, conoscendo già il blog – che adesso è diventato una testata giornalistica – e chi già il blog lo faceva, quindi Carmine, Gianluca, Andrea e tanti ragazzi agguerriti che hanno voglia di fare inchiesta, giornalismo rigoroso, sano, rischioso anche, che è quello che bisognerebbe fare in Italia, dove la stampa tende a nascondere oppure ad essere asservita al potere.

Quanto conta essere indipendenti oggi?

Conta moltissimo, intanto perché possiamo permetterci di fare questo video e far ridere chi ci segue. A parte la battuta, è fondamentale visto che la televisione, la stampa e anche la cultura è monopolizzata non soltanto nelle mani del Presidente del Consiglio. Ci sono pochi gruppi editoriali, con i personaggi più rappresentativi del capitalismo italiano, che hanno la proprietà dei giornali, delle televisioni e anche delle case editrici. Per cui, inevitabilmente, tanto l’informazione quanto la cultura sono decise da pochi e fanno gli interessi di pochi. L’indipendenza è fondamentale perché consente di raccontare i fatti per quelli che sono e anche di avere un approfondimento obiettivo sulla politica e sull’attualità italiana, senza che ci sia qualcuno a dire che cosa fare e come farlo.

Cosa possiamo augurare a L’infiltrato e a chi segue L’infiltrato?

Intanto ci saranno delle novità. Io spero che sempre più giovani possano collaborare con L’infiltrato perché è indipendente e libero. Ma c’è un’altra cosa: il coinvolgimento e il racconto dai territori è importantissimo, perché in Italia non avviene. Questo compito dovevano averlo le sedi regionali della Rai con i telegiornali regionali ma non mi sembra che questo accada, perche c’è sempre il solito rapporto tra informazione e politica tipico italiano. Allora noi ci prefiggiamo di fare questo e di dare spazio anche alla cultura, al cinema, ai libri e vogliamo augurarci che ci siano lettori critici, estremamente critici – perché altrimenti non si cresce se non c’è la critica – ma anche tanti collaboratori giovani, con idee e coraggio. E con la voglia di diventare giornalisti facendo esperienza in libertà, in autonomia, sicuramente anche correndo qualche sano rischio, che vale la pena di correre.

 

Visita la fan page di Emiliano Morrone

Diventa un infiltrato

Per info e contatti scrivi a: collabora@infiltrato.it

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.