COSTI DELLA POLITICA/ Il cambio di mentalità

di Bledar Plaku

Sono settimane ormai, se non mesi che sentiamo parlare di una cosa che sta diventando quasi quasi una parolaccia, quasi quasi una sterile demagogia: l’abbattimento delle spese della politica….. Dai vertici romani, a quelli di tutte le regioni d’Italia, dalle amministrazioni provinciali e comunali ai semplici cittadini, non si sente parlar d’altro… 


 

 Sta diventando quasi come il ritornello di una canzone che nasce d’estate, ci costi_della_politica_italianaaccompagna al mare e poi muore in autunno per lasciare il posto alle canzoni malinconiche dell’autunno. Come un Hit d’estate anche la nostra parola magica spunta dappertutto: al bar, al supermercato, nei giornali, nei discorsi, qualcuno dice addirittura di aver sognato i propri avi passati a miglior vita, ripetere le famosi parole…

Peccato che l’autunno sta alla porta. E’ una necessità del momento. Siamo in crisi, e quindi bisogna fare austherity, bisogna parlare di austherity e i nostri cari politicanti non hanno perso tempo. Subito a parlarne tutti, senza sapere con quale cognizione. A loro e a molti, sfugge che il nocciolo della questione è ben altro e tutto ruota intorno a due questioni, non di poco conto.

Primo: I tagli alla politica non servono a niente se non cambia la mentalità di chi comanda, di chi sta lassù, e che si trova nella situazione di dover rimediare i danni che egli stesso ha fatto. Il rischio è alto e sta dietro la porta: passata la crisi tutto tornerà come prima. Dal ministro che va a vedere la partita con l’aereo di servizio al premier che carica ‘’nani e ballerine’’ sull’aereo di stato. Se non cambia la mentalità una volta finito tutto i costi inutili riemergeranno a pari passo con la vanità che cauterizza il genere umano.

Secondo: La maggior parte dei costi della politica, sono i cosiddetti costi collaterali. Sono i costi che provengono dai danni causati dalle leggi e le norme sbagliate. Basta una norma sapientemente nascosta per far si che si licenzi più facilmente, col risultato di un costo sociale altissimo. Basta una norma ad personam per mandare all’aria decine di migliaia di processi con costi che lascio alla libera immaginazione di chi legge……

Basta una legge cucita su misura per qualcuno per lasciare fuori in tanti o quasi tutti…

La questione è che non costa la politica in sé, ma ciò che essa fa. prima di parlare dell’abbattimento dei costi della politica si dovrebbe parlare di cambiamento, ma non dei singoli politici ma  della mentalità.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.