CENSIMENTO ONLINE 2011/ Si pensa anche ai giovani

di Teresa Maddonni

Scade lunedì prossimo, 21 novembre, il termine ufficiale  per la compilazione e consegna del questionario del quindicesimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni. A partire da tale data le famiglie che non avranno consegnato il questionario presso i punti di raccolta del comune di abitazione o gli uffici postali, verranno sollecitati alla compilazione e restituzione dai rilevatori di campo. La fase di completamento della rilevazione su campo scadrà il 29 febbraio 2012 presso i comuni con più di 150 000 abitanti, entro il 31 gennaio 2012 nei comuni compresi tra 20.000 e 150.000 abitanti. Poco più di quattro mesi per un evento che si presenta ogni 10 anni per indagare circa lo sviluppo demografico e abitativo di aree tanto vicine tra loro ma con ritmi di crescita differenti.

censimento-on-line-2011E’ iniziata la metà dello scorso settembre la distribuzione  per via postale del questionario alle singole famiglie, le quali l’hanno potuto compilare solo a partire dal 9 ottobre, data ufficiale in cui il censimento ha avuto inizio; anche per i questionari compilati in giorni successivi dovrà sempre comparire tale data di riferimento. Non mancano però le novità: questo censimento 2011 infatti è stato pensato per i giovani. In che modo? Attraverso il questionario online. Esiste infatti quest’ anno la possibilità per le varie famiglie di poter sostituire il questionario cartaceo con quello che viaggia attraverso il web, affrancandosi così dell‘onere di raggiungere il punto di raccolta o l’ ufficio postale del comune di appartenenza.

Un modo pratico e veloce che vede la partecipazione anche dei più giovani che hanno molta più dimestichezza con il web di quanta ne abbiamo i genitori. Dati Istat riscontrano il grande successo di questa nuova modalità, infatti le statistiche confermano il prevalere della compilazione via web. Si attesta, in data 11 novembre, il 37,6% delle preferenze per la modalità via internet, contro il 32,2 degli uffici postali, e il 30,2 dei centri di raccolta allestiti dai Comuni. Le persone censite sono in tutto quasi 29 milioni. Tra le regioni italiane, Molise e Sardegna conquistano il primo e il secondo posto per la maggiore quota di questionari compilati e restituiti online. In generale si riscontra la preferenza nel  mezzogiorno per la modalità di compilazione online, rispetto alle regioni del centro-nord; queste ultime, infatti, prediligono finora la riconsegna agli uffici postali. Ed è proprio perché i giovani rappresentano il futuro del nostro paese e la parte più attiva ed energica, che si è pensato a vere e proprie iniziative che li vedono coinvolti in prima persona.

Dal 20 ottobre 2011 al 29 febbraio 2012,  gli studenti delle classi 5e elementari e 3e medie, al termine di una preliminare attività didattica sull’importanza sociale del Censimento, potranno partecipare al “Premio Scuola, una competizione a premi per la realizzazione della più bella cartolina da inviare all’Italia che verrà; dal 10 novembre 2011 al 29 febbraio 2012gli studenti delle classi 1e – 4e elementari e 1e – 2e medie potranno partecipare a “Giochiamo al censimento! compilando un questionario “fittizio” del censimento, costituito da dieci domande; dal 1 ottobre al 31 dicembre 2011, si svolgerà un contest ”Premio Giovani “ dedicato ai giovani dai 15 ai 25 anni, per la realizzazione di spot per promuovere il Censimento, raccolti e diffusi su YouTube: 12 fortunati estratti vinceranno un iPhone, mentre una giuria tecnica premierà i tre migliori spot con un iPad.

Un modo divertente per capire l’importanza del censimento e scoprirne l’utilizzo pratico che viene fatto dei dati censori. Infatti attraverso il censimento è possibile definire il numero legale degli abitanti dei vari comuni e poterne usufruire a fini elettorali, ad esempio per la ripartizione dei seggi. E’ importante per la protezione civile, la quale deve conoscere la distribuzione sul territorio degli edifici e determinare così i rischi dovuti a eventuali calamità naturali. Per la ricerca scientifica; per le imprese che possono così impostare la propria strategia e migliorare la competitività. Per assolvere ad un obbligo comunitario, in quanto tutti i paesi dell’ unione europea devono provvedere al censimento e attraverso questo confrontare l’ Italia con gli altri paesi.

Un impegno dunque cui sono chiamati tutti i cittadini, per acquisire maggiore consapevolezza del territorio in cui si vive e come questo venga manipolato. Per essere meglio informati sul Censimento sono disponibili nelle maggiori città italiane i Census Point. A partire dal 7 ottobre per tre settimane consecutive  è  possibile trovare 215 oasi informative nei 100 Comuni italiani più grandi. Saranno collocate nelle grandi stazioni ferroviarie, nei centri commerciali, nei cinema multisala e in tutti i principali luoghi di aggregazione. Tutte le informazioni necessarie,inoltre, sono presenti sul sito internet dell’ Istat.

 LEGGI ANCHE

CENSIMENTO ISTAT 2011/ Popolo italiano al lavoro! Gratis.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.