CASTA AL SENATO/ In aumento il budget per rappresentanza, cerimoniale, lavaggio auto e…tende

70 mila euro per lavare le dodici auto blu di Palazzo Madama. Trecentomila euro in più rispetto al 2011 per le cerimonie. Duecento mila euro per l’acquisto delle tende. Sono solo alcune delle imbarazzanti voci di spesa che, stando al bilancio di previsione del Senato, subiranno un incremento rispetto al 2011. I senatori, però, si difendono: abbiamo tagliato tanto. Vero: ci sarà nel complesso un risparmio rispetto all’anno appena trascorso. Ma sono briciole: meno di 5 milioni. Circa l’1% in meno rispetto al 2011. A Palazzo Madama niente crisi. Solo bambagia.

di Antonio Acerbis

senato_castaiolo1I Senatori sono soddisfatti del loro operato: Palazzo Madama, stando al bilancio di previsione presentato solo pochi giorni fa, avrà un’incidenza minore sulle tasche degli italiani. Pd, Pdl e Udc sono pronti a sbandierare i loro meriti, la loro politica di rigore e responsabilità. Balle. Basta fare un confronto con l’anno appena trascorso per comprendere la reale entità del risparmio. Non sono altro che briciole: 542 milioni di euro di spesa previsti contro i 546 spesi nel 2011. Un taglietto che si vede a mala pena: meno di 5 milioni rispetto all’anno precedente. Una differenza di circa l’1%.

A questo punto, però, entriamo più nel dettaglio. Ad incidere sulla flebile diminuzione senz’altro il taglio agli stipendi degli Onorevoli: se infatti i senatori nel 2011 sono costati 48 milioni di euro, quest’anno dovrebbero costare cinque milioni di euro in meno.

Eppure qualcosa non quadra. Scorrendo tutte le voci del bilancio di previsione si rimane attoniti. Quasi increduli. Né potrebbe essere altrimenti quando si osserva che, nonostante le auto blu a disposizione di Palazzo Madama siano soltanto dodici, i soldi messi a disposizione per “lavaggio autorimessa e autovetture” sono 70 mila euro (nel 2011 63 mila euro). Rapido calcolo: ogni auto in un anno potrà godere di quasi sei mila euro di lavaggio.

{module Inchieste integrato adsense}

Un eccesso che, tuttavia, vive in buon compagnia con altri. Certamente spropositato, ad esempio, quanto previsto per le “commissioni d’indagine”. Contando che al Senato sono soltanto tre (sulle morti bianche, sull’uranio impoverito, sull’efficienza del servizio nazionale sanitario), l’aumento di 2,5 milioni di euro rispetto al 2011 (+79%) lascia increduli. Ma continuando a scorrere le varie voci, le cose non vanno di certo meglio: come giustificare altrimenti l’aumento di quasi trecentomila euro (10,7%) per le spese di cerimoniale? Forse che il Senato abbia in serbo festicciole scacciapensieri o, meglio, scacciacrisi? Difficile crederlo. Eppure la voce in bilancio resta.

Così come resta un’altra voce in crescita. Quella della manutenzione (più quattrocento mila euro rispetto all’anno scorso). “In cosa consiste la manutenzione della tappezzeria? – si è chiesto il senatore ex Lega oggi Coesione Nazionale Alberto FilippiConsiderato che qui non ci sono bambini che strappano le tende, immagino che il servizio riguardi la pulizia. Ma anche ipotizzando tre lavaggi l’anno i conti non tornano… Il bello è che oltre alla manutenzione, le tende vengono anche acquistate. L’anno scorso sono stati spesi 137mila euro. L’anno prossimo saranno a 200mila”. Assurdo, ma è proprio così: 200 mila euro per le tende. Più 60 mila euro rispetto all’anno appena trascorso.

Finita qui? Certo che no. Non mancano, infatti, anche voci abbastanza curiose, talmente generiche da poter essere tutto e il contrario di tutto. Pensiamo ad esempio a “sussidi” o “studi e ricerche” o ancora “lavori straordinari”. Tutte voci, queste, in aumento rispetto all’anno precedente: più 28% per la prima (500 mila euro in più rispetto al 2011); più 16% per la seconda e la terza (rispettivamente 400 mila e 800 mila euro in più).

Insomma, se da una parte leggiamo di un taglio irrisorio al monte del bilancio, nel dettaglio alcune voci lasciano perplessi. Ma cosa ci vogliamo fare. Al Senato sono così, un po’ schizzinosi: non lavorano senza macchine luccicanti e cerimoniale di riguardo. Ah, dimenticavamo: le tende sempre nuove. Sarebbe un sacrilegio risparmiare su queste voci. Tende, lavaggio auto blu, cerimoniale. Giusto lo stretto necessario.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.