Babbo Natale è comunista! Merry Keshmish!

Qualcuno si è mai chiesto perchè Babbo Natale è bianco e non nero? Perchè indossa un vestito rosso? Perchè sfodera una barba lunghissima e folti baffi bianchi? Perchè ha una bella chioma di capelli ma è leggermente stempiato e quindi con la fronte molto alta? Almeno questo è il Babbo Natale che conosciamo noi, così viene rappresentato al giorno d’oggi. Ma, ammesso che esista, c’è una spiegazione ben precisa: Babbo Natale è comunista!

babbo_natale_7Quando lo verrà a sapere quel buontempone di Silvio gli prenderà un colpo, dovrà per forza ricordarsi di quando – anche lui – si (tra)vestiva da Babbo Natale e donava piccoli pensieri ai suoi pargoletti. Porsche, Ferrari, diamanti, cavalli, regali comuni insomma. E scoprirà finalmente che il suo passato presenta delle macchie indelebili, degli impresentabili scheletri negli armadi. Del resto, l’equazione è semplice da fare: se Babbo Natale è comunista e Berlusconi si travestiva da Babbo Natale, allora Berlusconi era comunista.

Eppure non ci sarebbe niente da scherzare, la storia che stiamo per raccontare è vera nonchè vecchia come il cucco.

Babbo Natale ha le sembianze che tutti conosciamo perchè la sua iconografia si rifà a quella di un filosofo che ha cambiato per sempre il corso della storia, colui che nel corso dell’Ottocento era l’uomo più influente e famoso del mondo. Il tutto grazie a due scritti: “Il Manifesto del Partito Comunista” e “Il Capitale”. Proprio lui, Karl Marx.marx

Con la nascita dei giornali – tra la metà dell’Ottocento e l’inizio del Novecento – si diffuse anche la pratica pubblicitaria, allora definita réclame, e i creativi dell’epoca – che stupidi non erano – cercarono di sfruttare appieno la figura di quell’uomo bonario, a suo modo “pacioccone”, che ispirava simpatia solo a vederlo.  Basta confrontare la foto di Marx con quella di Babbo Natale per verificarne la strettissima somiglianza. Praticamente due gocce d’acqua, due siamesi separati alla nascita.

Fu così che si diffuse nel mondo la leggenda di Babbo Natale, cresciuta a tal punto anche (e soprattutto…) grazie a quel testimonial d’eccezione. E pensare che qualcuno diceva che “i comunisti mangiano i bambini”….


Con questa piccola curiosità la redazione di Infiltrato.it augura a tutti un Merry Keshmish! (Buon Natale in lingua navajo)

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.