ABBAZIA FLORENSE/ Il deputato Francesco Barbato (Idv) interroga il ministro Severino dopo l’inchiesta di Infiltrato.it

L’inchiesta di Infiltrato.it sull’Abbazia Florense continua a tenere banco. La vicenda, infatti, proprio in virtù di quanto accertato e documentato dalla nostra testata, supera i confini calabresi e sbarca a Montecitorio. Della questione, infatti, si è interessato l’onorevole Idv Francesco Barbato che nei prossimi giorni presenterà un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro Paola Severino per chiedere lumi sulla questione e sulle possibili responsabilità di Curia e Comune.

di Carmine Gazzanni

barbato292781Dopo giorni e giorni di silenzio, la vicenda dell’Abbazia Florense comincia a conquistare l’attenzione della politica. Una vicenda dai contorni chiaroscurali che ora travalica i confini calabresi e sbarca a Montecitorio. Non è la prima volta che una nostra inchiesta arriva a Roma. Era capitato anche con la vicenda dell’Università di Perugia e del corso in “progettazione, gestione e coordinamento dell’oratorio”: venne ripresa in un’interrogazione parlamentare dai Senatori radicali Donatella Poretti e Marco Perduca. Qui la questione, però, è decisamente più delicata. Si tratta di una storia dai tratti inquietanti, in cui le trame economiche dominano tutto e tutti. Dal pubblico al privato, dall’amministrazione comunale fino alla Curia. Fa niente se al centro della vicenda ci sia un’opera di rara rilevanza storica, com’è appunto l’Abbazia Florense.

{module Inchieste integrato adsense}

Soltanto ieri scrivevamo della mozione di sfiducia presentata dai consiglieri comunali di San Giovanni in Fiore e rivolta al presidente del consiglio Luigi Astorino per un possibile conflitto d’interessi visto il ruolo di medico ricoperto dallo stesso Astorino nella casa di riposo che occupa i locali dell’Abbazia.

Gli estremi per la sfiducia, dunque, ci sono tutti. Il rischio che si corre, però, è che si faccia dell’intera vicenda una semplice battaglia di contrapposizione politica.

Dietro, invece, c’è ben altro. C’è appunto  l’Abbazia Florense. C’è un parroco, don Franco Spadafora, già condannato per truffa e appropriazione indebita, che cede i locali dell’Abbazia – dove fino ad allora un’opera pia aveva messo su una casa di riposo, ovviamente senza scopo di lucro – ad una società privata con l’avallo della Curia arcivescovile di Cosenza. C’è una cessione illegittima dato che i locali erano (e sono tuttora) proprietà del Comune di San Giovanni in Fiore che, fino ad ora, non ha visto un solo quattrino dalla San Vincenzo De’Paoli srl, la società privata che ha rilevato la casa di riposo.

Ci sono dunque pesanti violazioni, tanto della Curia quanto del Comune. Un Comune che non solo non ha mai richiesto quanto gli sarebbe spettato, ma che ha fatto di tutto affinchè la srl restasse dove stava  esprimendo parere favorevole per l’accreditamento della Regione Calabria. Un accreditamento, come già documentato da Infiltrato.it, che presenta pesanti irregolarità.

Di tutto questo si è interessato l’onorevole Francesco Barbato (Idv) che presenterà nei prossimi giorni un’interrogazione parlamentare rivolta al ministro della Giustizia Paola Severino, invitandola ad accertare quanto realmente sia accaduto a San Giovanni in Fiore e di chi siano le responsabilità per un illecito che per troppo tempo è passato sotto silenzio.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.