Xbox One, ecco i segreti della console del futuro

Microsoft presenta la nuova console: giochi, ma anche film e software. Nel mirino non solo la Playstation, ma tutto il mercato delle smart tv.

 

XboxOne1Non smart, ma “intelligent”: con la Xbox One Microsoft svela il futuro dell’intrattenimento. Un mediacenter evoluto, che mette insieme giochi, televisione e software. Dei primi, in verità, si è parlato poco, in attesa dell’E3, la più grande fiera mondiale di videogames che parte tra qualche settimana a Los Angeles, dove certamente ci saranno altre novità sui titoli disponibili.

Per ora Microsoft ha promesso 15 giochi esclusivi nel primo anno dal lancio. Annunciati titoli come Forza Motorsport 5, Call of Duty: Ghosts, e poi FIFA 14, Madden NFL 25, NBA LIVE 14 e EA SPORTS UFC , oltre a Quantum Break di Remedy Entertainment, lo stesso produttore di Max Payne e Alan Wake.

“Presentiamo un nuovo sistema per una nuova generazione”, ha detto Don Mattrick, presidente della divisione intrattenimento di Redmond. Uno dei punti fondamentali è la possibilità di passare dalla tv alla musica alla navigazione Internet o ai giochi attraverso i comandi vocali. Xbox One diventa così “un sistema che riuscirà a comunicare con tutti gli apparecchi della casa e unirli in un unico strumento di gestione”.

L’altra novità è rappresentata dall’introduzione di Skype che potrà essere usato per riceve ed effettuare chiamate, anche di gruppo. La consolle di Microsoft ha poi una guida tv che servirà per controllare tutti i programmi televisivi in diretta e seguirli con un semplice comando. I controlli possono essere attivati con la voce o attraverso movimenti del corpo, e la risposta ai comandi – grazie anche alla notevole capacità di calcolo dei processori – è immediata. La consolle non richiede login manuale: basterà dire `Xbox On´ per accenderla, mentre per guardare la Tv si userà il comando `watch Tv´ (si spera in traduzione italiana).

microsoft-xbox-oneLa Xbox One, che approderà nei negozi entro l’anno a un prezzo ancora da stabilire, punta a riconquistare il proprio ruolo centrale, insidiato dagli smartphone che consentono di giocare e usufruire di contenuti ovunque, sia in mobilità, sia in casa, collegandosi alla tv. Se infatti solo fino a qualche anno fa console come la Xbox e la Playstation della Sony erano un oggetto del desiderio, di recente un numero maggiore di consumatori cerca il proprio intrattenimento su smartphone, tablet e sul web. Da qui il rallentamento delle vendite di console per videogiochi, una tendenza che sembra confermata anche dal non eclatante successo dell’ultima nata in casa Nintendo, la Wii U, uscita lo scorso novembre.

Dal debutto nel 2005, Microsoft ha esteso l’ecosistema che ruota intorno alla Xbox per mantenerla al passo con i tempi e renderla sempre più attraente, con accessori come gli Smart Glass e il sensore di movimento Kinect. È nato anche l’inevitabile store online con giochi, app e contenuti multimediali. E tuttavia l’utile operativo della divisione intrattenimento di Microsoft, che include la Xbox e gli smartphone Windows, è sceso nell’esercizio fiscale 2012 a 364 milioni di dollari.

“Abbiamo passato gli ultimi quattro anni a lavorare per creare la nuova generazione di Xbox”, ha raccontato Mattrick. E certo molta fatica (e denaro) dev’esserci dietro l’accordo con Steve Spielberg, ospite alla presentazione in collegamento Skype, che ha annunciato di aver prodotto per Xbox One la serie Halo Universe. Meno impegnativa pare esser stata la questione design: nera, squadrata e piuttosto ingombrante, la nuova console non brilla per eleganza. Ma almeno – promettono a Redmond – è più silenziosa del modello precedente, oltre che molto più potente: 8 GB di Ram, oltre 5 miliardi di transistor, un hard disk da 500 GB, connessioni veloci Usb 3, Blu-ray. E un sistema di server per lo streaming di giochi e contenuti multimediali “più potente dell’intera rete mondiale di computer nel 1999”.

Xbox-One-010La nuova console Microsoft si scontra con l’idea della Smart tv come un apparecchio unico, una strategia su cui scommettono Samsung, Lg e Panasonic: basta collegarla qualsiasi televisore per renderlo intelligente, interattivo e connesso a internet (con la Xbox One si può ovviamente navigare sul web e connettersi a computer, smartphone e tablet, addirittura in multitasking). Anche Sony ha le sue Smart tv, ma ovviamente qui il bersaglio più diretto è la Playstation 4, presentata in anteprima qualche mese fa e che forse potrebbe arrivare nei negozi il mese prossimo.


LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – Bruno Ruffilli su LaStampa.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.