PRIMAVERA ESTATE 2011/ Ben tornati anni Settanta!

Ispirazioni Seventies giungono dalle passerelle per la primavera-estate 2011 attraverso bluse, pantaloni svasati, abiti ampi ed accessori vistosi per creare look dal sapore hippie e gitano. Fantasie sgargianti, lunghezze maxi e tessuti leggeri: queste le caratteristiche degli abiti della vicina (o quasi) bella stagione.

di Francesca Di Iullo

704  

Gli stilisti rompono con l’austerità della precedente stagione invernale così come gli anni Settanta ruppero con il passato e la tradizione dominante. Erano quelli gli anni in cui gli street-style fecero irruzione sulla passerella, marchiandola definitivamente. Infatti, da quel momento in poi i designer non hanno potuto fare a meno di  citarli nelle loro creazioni. E proprio le atmosfere di quel decennio “rivoluzionario” rappresentano il leitmotiv della primavera-estate 2011.

Dolce e Gabbana per D&G reinterpretano in chiave fashion la figura del “figlio dei fiori” realizzando lunghissimi abiti floreali arricchiti da balze e arricciature. I fiori invadono tutto: dalla scenografia agli accessori, come le zeppe intrecciate con fiore in stoffa sulla caviglia.

Da Blumarine Anna Molinari sceglie ancora una volta l’animalier abbinandolo a colori come l’arancione, il rosa e il turchese. Protagonisti della collezione sono gli splendidi caftani, ma soprattutto i pantaloni “a zampa” ultra svasati, a vita alta. L’ideale è indossarli con bluse cortissime, lasciando la pelle nuda. Anche gli accessori non lasciano a desiderare: grosse fibbie sulle cinte, ciondoli su catene lunghe e massicce e tanti anelli, il tutto rigorosamente gold.

Salvatore Ferragamo opta per uno stile più bohémien vestendo le sue modelle con ampi abiti e gonne. La particolarità è data da tessuti come il suede, il cotone lavorato all’uncinetto e la seta, che donano “movimento” ai capi. Gli accessori sono bandane e sandali in cuoio ultra piatti che si sposano perfettamente agli abiti grazie alla loro aria “gypsy”.

In contrasto con il trend dei colori fluo, Alberta Ferretti e Roberto Cavalli hanno scelto per le loro creazioni toni neutri che vanno dal bianco al tortora, passando per il grigio chiaro. La stilista romagnola ha arricchito i suoi abiti fluidi ed eterei con pizzi e ricami che creano sensuali e raffinati giochi di trasparenze. Cavalli, invece, punta ad uno stile forte e reinventa la moda anni Settanta inondandola di frange. Vestiti, pantaloni, borse e gioielli sono sommersi da lacci e frange, donando al look un’aura rock.

Ovviamente i produttori low-cost non sono rimasti a guardare. Il brand H&M ha da poco lanciato “Spring Awakening”, linea che vede protagonisti abiti e bluse leggerissimi, ma soprattutto i jeans “bootcut”, ovvero “a zampa di elefante”. Tornati alla ribalta nel giro di pochissimo tempo, sono già dei must-have, perfetti se abbinati con sandali platform o con gli ormai noti clogs.


LEGGI ANCHE

LE VERNIS CHANEL/ Fenomeno di costume o di consumo?

MODA & TENDENZE/ Cherry Blossom Girl

 

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.