PRESEPE/ Fai da te o no? Da Nord a Sud, le tendenze del Natale 2011

di Teresa Maddonni

Si avvicina il Natale. A fare da protagonista, come ogni anno, anche per questo 2011, è il presepe. Da Napoli a Jesolo, da Orvieto al Molise, allestimenti ricchi di novità per un Natale da ammirare. Nonostante la crisi economica che in queste settimane sta mettendo in ginocchio l’Italia sembra non arrestarsi la voglia di cultura.

berlusconi-spazzatura-pastore Si rinnova la tradizione  con il presepe e a poco più di un mese dal natale già fervono i preparativi dei vari eventi che si terranno nelle principali città italiane. Da Napoli a Roma fino a Greccio, rinomata proprio per aver ospitato il primo presepe della storia. Fu infatti nella piccola cittadina laziale che San Francesco d’Assisi nel lontano 1223 allestì il primo presepe vivente e dopo quasi ottocento anni la saga si ripete.

È stata annunciata lo scorso settembre l’edizione 2011/2012 che vede la partecipazione di personaggi in costumi medievali in sei quadri viventi. Dal 24 dicembre all’ 8 gennaio, in sei serate, la messa in scena allieterà i molti turisti che accoreranno per assistere al primo presepe del mondo. Verranno infatti allestite per l’occasione tribune con oltre 2000 posti a sedere e tensostrutture riscaldate.  Ma a far da padrona anche quest’ anno è la tradizionale statuina e in particolare la più famosa al mondo, quella napoletana. La via dei presepi del capoluogo campano, San Gregorio Armeno, riapre dopo che nei giorni scorsi era stata chiusa a causa della caduta di pezzi di tufo dal palazzo che fa angolo con via Maffei. La magia del presepe napoletano non poteva arrestarsi e  si potrà ancora una volta godere delle meraviglie dell’ artigiano.

Tra le tradizionali statuine non possono mancare le novità 2011. Saranno celebrati i personaggi dell’ anno Steve Jobs , Amy Winehouse e Marco Simoncelli scomparso tragicamente due settimane fa. Anche la piccola Sarkozy aveva la sua statuina ancor prima di nascere, raffigurata accanto a papà Nicolas e mamma Carla. Tra i presepi più noti e suggestivi d’Italia, anche se non ha una storia lunga e antica quanto quella napoletana, vi è quello di Orvieto.  Partirà infatti il prossimo 23 dicembre e fino all’ 8 gennaio 2012 la ventitreesima edizione del “Presepe nel pozzo”.

Personaggi a grandezza naturale realizzati con materiali e tecniche degli effetti speciali tridimensionali si muovono, grazie a congegni meccanici, nel suggestivo scenario dell’ ultima grande grotta del percorso ipogeo del pozzo della cava, nel quartiere medievale di Orvieto. Il tutto è reso ancora più spettacolare dalle luci ed effetti sonori. Come ogni anno si è scelto un tema e per questo natale verrà rappresentato il punto di vista di Giuseppe marito, padre, ma ancor prima uomo, attraverso una trama che congiunge antico e moderno.

Dall’ 8 dicembre anche la città balneare di Jesolo, in provincia di Venezia, aprirà la decima edizione della “Jesolo Sand Nativity”, il presepe di sabbia scolpito dai migliori artisti del mondo. In 470 mq di area espositiva 1000 metri cubi di sabbia saranno modellati da grandissimi scultori di sabbia di fama mondiale tra i quali: Damon Farmer (Usa), Daniel Belcher (Usa), Susanne Ruseler (Olanda), Marielle Heessels (Olanda), Baldrick Buckle (Regno Unito), Radovan Zivny (Rep. Ceca), David Ducharme (Canada), Etual Ojeda (Spagna), Pedro Mira (Spagna),sotto la direzione artistica di Richard Varano. Per l’ evento si attendono oltre 100000 visitatori.

Anche la capitale sarà raggiunta dai cento presepi più belli del mondo, che verranno messi in mostra nelle meravigliose sale del Bramante in Piazza del Popolo,dal 23 novembre 2011 al  7 gennaio 2012.

Sempre nel centro-sud , il Molise offre molte possibilità di godere appieno del clima natalizio. Il comune di Guardialfiera, in provincia di Campobasso, ospiterà infatti  la venticinquesima edizione del presepe vivente, nella parte vecchia del paese ”piedicastello”, il 25 e 26 dicembre 2011 – 1 e 2 gennaio 2012 – dalle ore 17:30 alle ore 20:00 per concludersi il 6 gennaio 2011 alle ore 17:30 con la tradizionale sfilata dei magi e dei personaggi per le vie del paese, e apertura del presepe dalle ore 18:00 alle ore 20:00. 

Insomma da Nord a Sud si prospetta un Natale davvero interessante, non solo da vivere ,ma soprattutto da ammirare.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.