Occhiali da sole 2010: il trionfo dei sunglasses vintage

Gli occhiali da sole sono un must non più e non solo estivo. Sulle passerelle A/I trionfano i sunglasses 2010 vintage: Gucci, Prada, Ray Ban, D&G ….

Prada_Postcards_SunglassesPiù di una semplice protezione dai raggi solari, gli occhiali da sole sono ormai un accessorio che non può mancare nel nostro guardaroba: imprescindibili in estate, sono ormai d’uso anche in inverno. Se scelti con con cura, gli occhiali da sole ci donano un’aura misteriosa e affascinante, nonché sono utilissimi per coprire occhiaie e facce stanche, e ci rendono meno vulnerabili agli sguardi altrui.

Sono un oggetto di culto, di cui ogni anno gli stilisti propongono decine di varianti in  diversi stili. Inoltre sono tra i pochi accessori firmati, se non gli unici, ad essere accessibili a gran parte delle persone.

Neanche quest’anno i designer si sono lasciati sfuggire l’occasione dando vita a originali creazioni e riportando in auge i trend di una volta. Sulle passerelle di Nina Ricci, Dior e Moschino c’è stato un ritorno agli anni Cinquanta con modelli “a farfalla” o in stile “occhi di gatto”, dalle forme seducenti e femminili. Sulla stessa scia Dolce & Gabbana con i loro occhiali originali, sospesi tra passato e presente, con doppia montatura. Per i nostalgici delle epoche passate non mancano riferimenti agli anni Sessanta e Settanta, in particolar modo con i modelli dalle lenti rotonde visti sulle passerelle A/I di Yves Saint Laurent e Versace, che richiamano lo stile degli occhiali di John Lennon. In perfetto stile seventies le grandi montature che nascondono il viso proposte da Tom Ford , Miu Miu e John Galliano, tutte realizzate in nuances neutre e delicate, che vanno dal cipria al color sabbia. Per festeggiare i 50 anni del film culto di Federico Fellini, “La dolce vita”, Persol ha creato due modelli  dall’aria retrò, che rimandano al fascino del periodo celebrato dal film. Per l’occasione sono stati scelti due testimonial d’eccezione: Lou Doillon e Stefano Accorsi.

Per l’attuale stagione e per la prossima, gli stilisti hanno ripreso e continuato il trend proposto negli ultimi anni delle lenti e delle montature colorate. In primo piano i modelli presentati da Emilio Pucci, in acetato o in metallo, caratterizzati da fantasie coloratissime e lenti oversize in puro stile anni ’60. Anche i Wayfarer della Ray Ban si tingono, sia all’interno che all’esterno, di nuove tonalità, declinate in decine di combinazioni. Per gli affezionati del modello reso famoso dai Blues Brothers: tranquilli, il classico paio nero non si fa offuscare dalle nuove varianti. Prada non resta a guardare e realizza una collezione di occhiali per vere fashioniste: la “Postcard Sunglasses”.

Le montature sono trasparenti, dalle forme e dai toni essenziali e con un tocco di bon ton. La linea è chiamata così perché ognuno dei sei modelli presentati è stato realizzato pensando a sei famose mete turistiche: Forte dei Marmi, Manhattan, Parigi, Londra, Lisbona, Milano e Los Angeles. C’è un colore per ogni città e per la campagna pubblicitaria il colosso della moda ha deciso di accompagnare ogni modello ad una cartolina (da qui il nome della collezione), ognuna delle quali contiene le informazioni sul colore delle lenti e della montatura.

C’è chi scegli il colore, e c’è chi ne fa a meno: tanti i modelli “invisibili” e tante le lenti trasparenti o quasi. Un trend molto glamour perfetto per chi ama farsi notare, meno adatto invece per chi ha qualcosa da nascondere, o semplicemente ama celarsi dietro un paio di lenti.

Se le proposte stravaganti degli stilisti non vi allettano proprio potete sempre optare per il classico “Aviator”, lo storico modello realizzato inizialmente negli anni ’20, poi riprogettato nel 1937e  battezzato “Ray Ban anti-glare” dalla Bausch & Lomb, che aveva deciso di creare un paio di occhiali da sole che favorisse gli aviatori in alta quota. Il modello più conosciuto e venduto è sicuramente quello della Ray Ban, ma negli anni anche i designer si sono impegnati nella personalizzazione degli occhiali più famosi del mondo, e tra le ultime proposte troviamo quelle di Fendi, Dolce & Gabbana, Chanel e Gucci. I primi due brand hanno scelto forme vintage, anche se non mancano accenni di modernità, mentre le ultime due maison prediligono modelli meno delicati,  che ricordano i modelli degli anni ’70 e ’80. Nel caso di Fendi e di Chanel l’artefice dei modelli è unico, Karl Lagerfeld, che, mentre per il marchio italiano adotta una montatura metallica sottilissima e dorata, con lenti fumè, oversize e leggermente arrotondate, per quello francese sceglie strutture in plastica e lenti colorate. Gucci, invece rivisita il modello standard, caratterizzandolo con forme molto più moderne e con un deciso contrasto cromatico tra la parte frontale e le asticelle.

Come avete letto, esistono occhiali per ogni occasione e spetta a voi optare per il modello che più vi dona. Per farlo, ad esempio, potete prendere spunto dalle star del cinema e della musica, le quali non rinunciano mai ai loro occhiali da sole. Ma siate molto accurate e soprattutto siate voi stesse nella scelta perché gli occhiali da sole, oltre che un accessorio, rappresentano una vera e proprio appendice della vostra personalità.

E ricordatevi delle parole di due star internazionali, come Patty Smith e Jack Nicholson, che a proposito di occhiali da sole dicevano: “I miei sunglasses sono come la mia chitarra”  e “Con i miei occhiali da sole sono Jack Nicholson. Senza, sono grasso e vecchio.”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.