MODA / Estate 2011? Un tuffo nel passato

A volte capita di mentire anche a se stessi quando c’imponiamo di dire: “la moda? Roba da ragazzine”. Ma, ammettiamolo, nel momento esatto in cui pronunciamo queste parole, in realtà, stiamo già pensando se è di moda o no dirlo. Beh, non generalizziamo, ci sarà pure il miracolato che non sopporta la moda…ma senz’altro possiamo definirlo una mosca bianca.

di Alice Coccia

moda-primavera-estate-2011La moda è un pericolo soprattutto per i portafogli dei poveri mariti. In preda al timore di dover affrontare una lunga ed estenuante giornata di shopping tra vetrine imbandite e camerini che sembrano buchi neri, le “vittime della moda” decidono di lasciare la carta di credito nelle mani della propria compagna.  Mai errore più grande poteva essere fatto! Tutta la nostra solidarietà, dunque, alla forza di resistenza degli uomini. Per par condicio, però, è cosa giusta e legittima dare il nostro supporto anche al mondo femminile. E quale supporto migliore se non rivelare le novità della moda primavera/estate 2011?

Andiamo con ordine dicendo che si possono ancora salvare le classiche ballerine e i sandali super piatti che tanto hanno spadroneggiato lo scorso anno. Gli stilisti Chloè e Miu Miu, tanto per citarne un paio, sono dei maestri nel genere con il loro stile bon ton e sofisticato, proprio di questo tipo di scarpa. Da evitare sono le sneakers che, tanto di moda negli anni passati, ora sembrerebbero essere decisamente out!

Nell’euforia modaiola del momento, però, a sorprendere è quella dose di nostalgia che ha colpito gli stilisti di tutto il mondo. Eh si, perché quasi all’unanimità hanno deciso di gettarsi a capofitto negli anni ’60 e ’70 per ripescare alcuni particolari inconfondibili. Ecco, allora che rivediamo tra gli scaffali dei negozi un’esplosione di fiori, che ricordano lo stile hippy dei fantastici tempi di Woodstock. A partire da Kenzo, Cavalli, D&G, i fiori sono i soggetti indicati per la creazione di borse, camice, vestitini, i foulard che tutte le donne amano e persino occhiali da sole.

E non solo, perché anche il taglio di vestiti e pantaloni ricalca la moda anni ’70, prediligendo una forma a zampa d’elefante e una lunghezza alla caviglia per quanto riguarda gli abiti. Di moda sono anche le tute, americanizzate con il nome di Jumpsuit, un elemento cool in voga soprattutto tra le Star di Hollywood. Per “tuta” non s’intende ovviamente quei due pezzi che talvolta usiamo per andare furtivamente al supermercato sotto casa, bensì quelle meravigliose tute di seta o viscosa che sfiorano (o coprono!) tutte le forme femminili. È possibile trovarle in versione military di Gucci o floreale per Cavalli.

Come abbiamo sopra accennato, non sono solamente gli anni ’70 a farla da padrone nella moda attuale. Le righe e i pois anni ‘60 si fanno spazio nel guardaroba di attrici, modelle e vip. Basti vedere le nuove collezioni di Ferragamo, Chanel, Prada, Dior, Paul Smith, Max Mara, Moschino e De La Renta per capire quanto sia fondamentale avere almeno un capo con questa trama! Che siano colorati, bianchi o neri, i pois fanno il giro delle migliori sfilate per guadagnare un importante posto nella moda 2011.

Senza scadere nel barocco di una Lady Oscar ottocentesca, anche il pizzo è tornato in vetrina nelle sue varianti di bianco o colore, per ricordare un po’ quell’aria romantica propria di ogni donna. D&G e Alberta Ferretti sono i principali portavoce del genere.

Tutto sommato la moda dell’estate 2011 è una moda già vista. Di conseguenza un barlume di speranza per i conti correnti dei mariti disperati, ancora sopravvive. In fondo non si è fatto altro che rispolverare un meraviglioso stile retrò che sicuramente le nostre mamme o nonne ancora conservano. Se poi certo, come il comune istinto femminile insegna, il guardaroba deve essere rinnovato di anno in anno, il discorso cambia…

 

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.