MODA/ 40 anni di Cavalli

Era il 1970 quando Roberto Cavalli, giovane stilista italiano, presentò a Parigi, al Salon du Prêt-à-Porter, la sua prima collezione. Jeans, stampe animalier, uno stile glamour e chic hanno da sempre contraddistinto la maison che negli anni novanta era già distribuita in quasi tutto il mondo (non è roba da poco!).

roberto-cavalliSono passati quarant’anni da quel 1970, e quarant’anni si sa, vanno festeggiati a dovere. Per l’occasione un libro di duecento pagine di immagini, scattate dai fotografi Mert&Marcus sotto la direzione creativa di Fabien Baron, racconta la storia di quaranta anni di glamour che, in ogni caso (che sia positivo o negativo), hanno segnato il panorama della moda mondiale.

Quello che Cavalli voleva far emergere dalla figura femminile era il suo lato aggressivo e seduttivo e l’eclettico stilista ha sicuramente centrato il suo obiettivo. Con la partecipazione di dive quali Heidi Klum, Gisele Bundchen (immortalata con il suo fisico statuario sulla copertina del libro), Sasha Pivovarova, Erin Wasson, Jennifer Lopez, Natasha Poly e molte altri colossi delle passerelle, le pagine ci raccontano di una donna fuori dal comune, trasgressiva, lussuosa, sensuale e soprattutto protagonista assoluta.

Ma non è tutto. Durante la Vogue Fashion’s Night Out (precisamente giovedì 9 Settembre 2010), il maestro della moda italiana ha presentato un libro scritto da lui, nel quale ha voluto “nascondere le sue emozioni”, intitolato “Il nero non è mai assoluto”. Quattrocento pagine che raccontano una vita ed una carriera di uno stilista che ha di certo lasciato una forte impronta nella moda italiana. Il volume, preceduto da una prefazione della direttrice italiana di Vogue, Franca Sozzani, è un continuo curiosare dentro la vita del designer, che ci insegna a guardarci intorno con i suoi stessi occhi. L’ispirazione è ovunque, può essere trovata nei fiori, nel mare, nei prati, nelle caramelle, tra i bottoni…non c’è limite all’immaginazione.diva-bag-cavalli

Ma come si dice? Non c’è due senza tre. In effetti, lo stilista italiano ha voluto regalarci emozioni impensabili con la nuovissima Diva Bag. Ed eccola, finalmente, la borsa che incarna in sé quarant’anni di attività e tutte le caratteristiche del brand. Forma trapezoidale, dettagli curati all’estremo e materie prime di un valore inestimabile e in più, una fodera interna con stampa animalier; insomma, un vero oggetto cult per le fashioniste di tutto il pianeta.

I primi modelli saranno in vendita da Novembre 2010, ma la Diva Bag è stata già avvistata tra le mani delle celebrities, invidiata già da tutte per le sue linee sinuose e i suoi materiali così perfetti per la prossima stagione. Cavalli ha definito la sua ultima creazione come “l’accessorio più glamour che esista”…e noi? Abbiamo già fatto la nostra scelta. La Diva in vitello lucido blu Cina è un sogno!

 

SULLO STESSO ARGOMENTO

MODA/ Born To Be Wild: l’esplosione dell’animalier

 

TENDENZE/ Parola d’ordine? Fashion Blogger

CHIC/ Torna il Tricot di lana nell’autunno inverno 2010-2011

New Look: da Christian Dior a Karl Lagerfeld

Eco-shopping Cheap & Chic: come unire etica ed estetica

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.