LE VERNIS CHANEL/ Fenomeno di costume o di consumo?

Le Vernis Chanel sono da sempre considerate un cult vista la ricerca che sussiste per le nuances e l’alta qualità, ma ultimamente stiamo assistendo a un fenomeno di costume incredibile. Il caso del 505 Particuliere è stato emblematico.Questo smalto, dal color mauve, un particolare grigio che invoca il marrone, è stato presentato  a fine Gennaio 2010 e pensato per la primavera. Dopo 10 giorni è diventato pressochè introvabile.

di FMB

le_vernis_chanelLa maison, vista l’enorme richiesta, aveva allora ben pensato di farlo diventare continuativo, poiché pensato come parte di una capsule collection per un trucco stagionale.

 Nonostante ciò, il fatidico smalto rimaneva introvabile, tanto che tutte le profumerie d’Italia hanno istituito delle liste d’attesa per i pochi esemplari che arrivano sporadicamente. Il centro produzione aveva poi affermato che «data la produzione prevista era stata nettamente inferiore alla domanda» avrebbero cercato di soddisfare le richieste nazionali a tranche, ma anche in questo caso la situazione è rimasta inalterata e centinaia di fashion victims girano ancora disperatamente le profumerie con la speranza di trovare questa magica vernies di chanel.

 Poteva sembrare che questa situazione fosse dettata esclusivamente dalla bellezza di questa nuance che, come abbiamo detto, risulta essere molto particolare e sicuramente unica. Ma non è così.

 Per la Vogue Fashion Night Out che si è tenuta il 9 settembre in tutte le capitali della moda, la Maison ha deciso di lanciare una limited edition: tre smalti con le tonalità autunnali definite Les Khakis, rispettivamente 247 Khaki Vert, 257 Khaki Rose e 267 Khaki Brun.

Anche in questo caso la reazione delle clienti è stata indiscutibilmente incredibile.

 Lo smalto sarebbe stato venduto dalle boutique Chanel, e non dalle profumerie autorizzate come avviene per tutti gli altri, a partire dalla VFNO fino ad esaurimento scorte.

L’esaurimento scorte è avvenuto circa trenta minuti dopo l’apertura delle porte della boutique in quanto c’era già una fila chilometrica all’esterno.

 Il fenomeno ha continuato a prendere piede per il 509 Paradoxal, un grigio viola perlato, e, in questi giorni, per la capsule collection primaverile.

Per quest’ultima però non c’è stato l’assalto a tutti e tre gli smalti presenti nella collezione Pearl ovvero il 511 Pearl Drop, che è un bianco iridescente, il 515 Peche Nacrée, un rosa pesca con riflessi perlati e il 513 Black Pearl, una tonalità scura, un verde petrolio tendente al nero, con riflessi perlati.

 Lo scompiglio è stato infatti creato solo da quest’ultimo che ovviamente, come è avvenuto per il Particuliere e il Paradoxal, ha smesso di essere rifornito alle profumerie.

Ma se lo scopo delle aziende, insieme al creare valore, è generare profitto, in questo caso siamo di fronte a una situazione paradossale visto che è un’ingente somma quella a cui Chanel sta rinunciando.

 Perciò il fenomeno, sotto quest’ottica sta diventando realmente incomprensibile.

A questo punto sorge spontaneo quindi chiedersi se invece si tratta di una strategia aziendale finalizzata al consolidamento nel mercato della potenza di Chanel rispetto ai competitors.

Insomma sarà vero che l’azienda ha “davvero terminato il principio attivo del “Particuliere”? O è soltanto un modo per generare il timore nelle clienti di non trovare più la vernice dei propri sogni quindi spingerle ad acquistare ogni nuovo arrivo immediatamente?

Inoltre in questo fenomeno c’è da analizzare il ruolo dei bloggers di moda che esercitano influenza crescente a livello di tendenze tanto da generare veri e propri fenomeni imitativi di massa.

Questi ultimi vengono sempre più sfruttati, spesso anche tacitamente, dalle aziende proprio perché si è capito il potenziale che effettivamente risiede in questo nuovo canale.

Sarà quindi un caso che tutte le bloggers del mondo possiedono questi oggetti del desiderio, a volte prima della messa in commercio?

 A voi la risposta e la scelta di resistere o meno.

Io mi limito a dirvi che per l’estate si parla di un nuovo tormentone di cui non si sa ancora ne il nome e tanto meno la cifra, si sa solo che sarà un giallo squillante.


LEGGI ANCHE

MODA & TENDENZE/ Cherry Blossom Girl

MODA/ H&M e la moda ecosostenibile: una lunga storia d’amore.

MODA/ The Obscur side of fashion

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.