Cheap & Chic, istruzioni per l’uso…

In attesa della speranza qual è la strategia contro l’ansia da tracollo quotidiano? Ecco poche – possibilmente futili – cose per affrontare la giornata.

Cheap & Chic, come essere chic spendendo poco: Doliva  Naturwaren, Loreal Professional, Smoky Eye Makeup e Chanel Makeup.

Tempo di crisi, stipendi congelati, una primavera che stenta ad arrivare ed i guru dell’economia che ripetono come monotona filastrocca “2010 anno della speranza!”. In attesa della speranza qual è la strategia contro l’ansia da tracollo quotidiano? Ecco poche, possibilmente futili, cose per affrontare la giornata.

  1. Verde ovvero Speranza. Qualcuno dice chi di speranza vive disperato muore, noi preferiamo La speranza è l’ultima a morire…e poi non sono forse verdi gli amati dollaroni o i duecento euro?! Proponiamo per questo aprile di arredare la vostra casa con un tocco della speranzosa nuance: potrete scegliere ad esempio un cesto di mele green smith ( circa 2 euro al chilo) che sono di un verde acido e totale, intrigante e rilassante, belle da vedere buone da mangiare. Oppure per la vostra beauty farm domestica perché non coccolarsi con perle piene di olio da scogliere in un’accogliente vasca magari per due (Doliva Bathpearls di Naturwaren solo 3,90 euro per 10 perle in farmacia)

  1. Biondo-Brillante-Energia. Bisogno di eliminare tossine?! Basta chiedere aiuto all’unico colore che irradia vibrazioni simili a quelle del sole, che illumina, che avvolge di leggerezza e vitalità. Per sentirvi ammalianti, seducenti, affascinanti e lasciare senza fiato compagni e ammiratori proprio come Marilyn Monroe che intona gli indimenticabili auguri di Buon Compleanno al presidente degli Stati Uniti John Fitzgerald Kennedy non c’è altro rimedio che lo spray illuminante (Texture Expert, Sparkling Mist di L’Oreal Professional; 18,90 euro dal parrucchiere) ed in un puff brillerete come una star. Per occasioni davvero importanti potreste copiare il vestito oro ricamato Haute Couture di Chanel indossato ( alla 35° edizione del Cesar Film Awards tenutasi a Parigi, il 27 febbraio 2010) da Vanessa Paradis. Decisamente poco cheap a meno che non siate l’arzilla 85enne francese Liliane Bettencourt, fondatrice della multinazionale L’Orèal (un partimonio di 22,9 miliardi di dollari).

3. Nero caldo, avvolgente dark moderno e concettuale. Superstizioni, dicerie, magia…“scaccia, scaccia satanassa scaccia il diavolo che ti passa”…

Pensate di chiudere il nero nell’armadio con l’arrivo della bella stagione? Ed invece no! Quest’estate strilla a gran voce Black, Black, Black. Nero sugli occhi, che sia eyeliner o lo smoky eys: per squattrinate consigliamo un makeup Smoky Eyes n.8 di Pupa (euro 16,50) e per chi ha già preso la tredicesima Ombre Essentielle n.47 di Chanel (25 euro). Nero per l’intramontabile tubino, un must per chi vuole essere eleganti senza se e senza ma, un capo che mette d’accordo destra e sinistra e pensate un po’ anche il centro. Il prezzo? beh.. in questo caso è proprio questione di tasche ma il pensiero corre al film Colazione da Tiffany (1961, dall’omonimo libro di Truman Capote) in cui la telecamera si muove su una Quinta Strada tagliata dall’alba, dove la meravigliosa Audrey Hepburn, protetta da un paio di grandi occhiali, è avvolta in un petit noir di perfetta semplicità, firmato Givenchy ed illuminato da una cascata di perle.

Per ora è tutto.. un saluto Cheap&Chic da Lady Nzata e ricordate…

La felicità è nei dettagli..

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.