Alessandraperi.com , tra visual art e fotografia erotica

Un’artista donna, giovane, eclettica. Passionale, come le sue opere. Tagliente, come gli scatti che ci regala. Travolgente, come la trilogia “Raptus”. Felina e fulminante, come “Le Dame” che mette in scena. Tra visual art e fotografia erotica, Alessandra Peri è capace di unire, come racconta di lei il critico Antonio Picariello, “linguaggi messi in vita dalle precedenti generazioni con quanto gli strumenti del terzo millennio innescano anche per qualità formativa, nelle percezioni del nuovo mondo”.

buffer_la_dame_-_barcellona_2010

“Buffer la Dame” – Barcellona, 2010. Copyright © 2013 – Alessandra Peri. All rights reserved

Alessandra Peri nasce nel 1977. Il papà le trasmette la passione per l’arte visiva, espressa attraverso la fotografia, che viene rinnovata e sperimentata nei suoi lunghi viaggi in giro per l’Europa. Dopo aver vissuto tra Roma e Barcellona torna a vivere a Rocchetta a Volturno, ai piedi del Parco Nazionale d’Abruzzo, dove continua ad indagare i suoi soggetti preferiti: l’Uomo e il suo Tempo.

Il tutto con un tenore e un’espressività tipicamente femminile, che sostiene “una sorta di magia occulta da leggere con uno scarto interpretativo più elaborato e completo di quanto si mette in campo con le canonicità comuni espresse dalla storia dell’arte contemporanea attraverso le opere.”

“La mia ricerca”, ci racconta l’artista Alessandra Peri “è fortemente influenzata dalle suggestioni offerte dal paesaggio e dalle trasformazioni che l’uomo, alla ricerca di sé, attua su di esso con segni, parole, disegni, messaggi, lacerazioni e trasformazioni. Attraverso lo scatto e la rielaborazione, lavorando sulla luce e sui contrasti, cerco di svelare le diverse possibilità di una stessa immagine alla ricerca di ciò che apparentemente non è visibile o nascosto dai tempi frenetici delle metropoli e dal movimento dell’animo. L’uomo, la città, gli oggetti sono il fulcro di un processo di cui i segni, le trasformazioni e le alterazioni sono la risultante in un percorso alla ricerca delle inquietudini e dei moti dell’animo”.

Poliedrica e viaggiatrice, nelle sue opere si incontrano le influenze della Roma più spudorata, città dove la Peri ha vissuto e lavorato per oltre dieci anni, la sensualità di Barcellona, tappa cruciale nella sua formazione artistica, e la forza brutale della natura molisana, regione d’origine di Alessandra.

I suoi lavori hanno suscitato l’interesse di importanti gallerie di La Coruña, Miami, New York e Berlino.

Nel nuovo sito Alessandraperi.com si possono prendere contatti diretti con l’artista e ammirare alcune tra le sue più ricercate produzioni.

Scommettiamo che sentiremo, presto e ancora, parlare di lei?

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.