Tutti i numeri del web 20 anni dopo: la giornata tipo

Sono passati vent’anni dalla nascita dell’internet moderno, inaugurato il 30 aprile 1993 al Cern di Ginevra, e in questi due decenni sono cambiati tecnologie, usi e costumi del mondo online. Per aiutarci a comprendere com’è diventato il web al giorno d’oggi, HostGator ne ha immortalato la giornata tipo con un’istantanea dal titolo “A day in the life of the Internet”.

 

internet_dayI dati sono incredibili: circa 2,4 miliardi di persone connesse nel mondo, il 70% delle quali ogni giorno, con una crescita dall’anno 2000 che si attesta al +566%. In pratica, il 37,3% della popolazione mondiale è in rete, anche se con differenze che riflettono lo sviluppo economico e sociale dei continenti.

In vetta alla classifica sull’utilizzo di internet troviamo il Nord America al 78,6%, seguito da Oceania/Australia al 67,6%, Europa 63,2%, America Latina/Caraibi 42,9%, Medio Oriente 40,2%, Asia 27,5% e Africa 15,6%. La lingua più parlata online è l’inglese con 536,6 milioni di utenti, ma il cinese avanza ed è già a quota 444,9 milioni. Terzo è lo spagnolo con 153,3 milioni di utenti, seguito da giapponese e portoghese.

Con internet che cresce al ritmo di 8 nuovi utenti al secondo, cambiano anche i modi e le tecnologie di utilizzo. Il web browser più usato oggi è Chrome al 37,1%, circa 8 punti percentuali in più rispetto all’ex leader Internet Explorer e ben 16 in più di Firefox. Le connessioni da dispositivi mobili, smartphone e tablet, raddoppiano ogni anno dal boom del 2009, così da avere già raggiunto la significativa quota di utilizzo dell’8,5% e il 38% delle interazioni quotidiane.

Quali sono le attività più amate sul web? Svettano le ricerche, seguite da banking, shopping e incontri. Più in dettaglio, oltre il 62% dei navigatori va a caccia di informazioni sulla salute, il 43% prenota viaggi e il 45,5% cerca un lavoro. Altre curiosità: il sito più visitato è Google, 144 miliardi le email inviate ogni giorno di cui il 68,8% è spam, si trascorrono 3,2 ore al dì sui social network, quotidianamente su Facebook vengono caricati oltre 500 TB di dati.

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – Flavio Sartini su Facile.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.