iPhone 6: e la rete impazzisce per l’ultimo progetto Apple firmato da Steve Jobs

I modelli 5S e 6 già vistati dal cofondatore della Mela. A scoprirlo è il procuratore distrettuale di San Francisco in un incontro con un responsabile dell’azienda. Che è già in fase avanzata di design e progetto su smartphone e dispositivi in calendario per i prossimi anni.

 

Tim Cook ancora non era al timone di Apple quando i prossimi due iPhone venivano vagliati e approvati nelle stanze alte di Apple. C’era ancora Steve Jobs a firmare l’operatività dei progetti, e sia l’iPhone 5S che il 6 porteranno il sigillo del confondatore di Apple, scomparso il 5 ottobre del 2011. L’idea e le specifiche risalgono al tempo in cui il Ceo più famoso della storia della Silicon Valley era ancora in attività mentre Tim Cook e Jony Ive erano fidati generali.

L’iPhone 5S è in arrivo, a giugno secondo le ultime indiscrezioni. Un modello “low cost” potrebbe apparire a settembre, e iPhone 6 è verosimilmente in programma di lancio nel 2014. La legacy intellettuale di Jobs continua, a distanza di anni. O almeno fino a quando Apple amplierà il suo raggio d’azione a tv “smart” e tecnologia indossabile.

iphone6La fonte della notizia è il procuratore distrettuale di San Francisco, George Gascón, al lavoro sugli scenari legali relativi ai furti di smartphone.

Gascón ha incontrato Michael Foulkes di Apple in relazione alla possibilità di introdurre un “kill switch” nei futuri dispositivi Apple, una funzionalità che inibisca completamente il funzionamento del dispositivo. 

 Foulkes ha comunicato al procuratore l’impossibilità di intervenire in questo senso, perché i prossimi iPhone risultano “già approvati da Steve Jobs”.

L’ex numero uno Apple ha dato il suo ok quindi non solo al 5S, che rispetto all’attuale 5 introdurrà diverse novità, tra cui Nfc, ricarica wireless, display di nuova concezione, forse identificazione personale.

Ma anche il 6, di cui già da tempo si discute sul web. E che dovrebbe rappresentare il salto di iPhone dai display a 4 pollici verso i 5, raggiungendo nelle dimensioni i concorrenti Android di Samsung.

I tempi di progettazione di un dispositivo, anche così “contemporaneo” come uno smartphone, del resto sono questi.

Difficile pensare a una riduzione, con la necessità di approntare un design, introdurre le nuove tecnologie a un prezzo che possa diventare accessibile alla massa, preparare le linee produttive, calibrare l’evoluzione del software operativo.

Steve_Jobs_Headshot_2010Le indiscrezioni sui nuovi prodotti Apple iniziano ad apparire almeno un paio di anni prima dell’arrivo dei prodotti nei negozi. Succede per la iTv come per l’iWatch.

E così, mentre il mercato si prepara ad accogliere l’iPhone 5s, Apple è al lavoro sui modelli che arriveranno dopo il 2015.

 

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – Repubblica.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.