Facebook sfida Google con il project Titan

Google e Facebook continuano a darsi battaglia. Questa volta a dare l’affondo è l’azienda di Mark Zuckerberg con il “project Titan”. Presto arriverà, infatti, la Facebook mail, ultima trovata del colosso dei social network. Questa novità metterà in crisi l’altro impero, Google, che si trova a dover fare i conti con una minaccia finora mai avuta.

google_vs_facebookIl progetto è la vera rottura tra le case, non nuove di scontri e battaglie. Infatti, il noto motore di ricerca ha tentato, qualche settimana fa, di bloccare Api (Application Programming Interface), software in grado di interfacciare applicazioni ad altre applicazioni.

Usato da Facebook per il “Trova amici”, il “motore di ricerca” più usato al mondo, ha apportato modifiche, nelle condizioni di uso del software, che non permetterebbero più al social network la funzione di ricerca degli amici. L’accusa di Google a Zuckerberg è l’utilizzo asimettrico della funzione: Facebook importa utenti da Google, Google non può importare utenti da Facebook. Insomma, uno dà l’altro non riceve.

Pare comunque che il social network continui ad utilizzare il software. Questa quindi, la fase embrionale della nuova battaglia. Gli interessi dell’uno e dell’altro finora prendevano diverse direzioni, ma le miniere d’oro in rete spingono le aziende verso un unico obbiettivo: quello di avere sempre più utenti. Per quanto riguarda gli utenti, in settimana Zuckerberg annunciava il sorpasso di Yahoo, altro colosso della rete, per numero di utenti unici che, nel caso di facebook diventano sempre più numerosi grazie anche all’utilizzo di internet mobile. Per non parlare dei minuti che gli utenti feisbukkiani trascorrono sulla piattaforma. Gira intorno ai 55 minuti al giorno il tempo medio trascorso, con un numero spropositato di contenuti pubblicati.

Facebook mail o project Titans è quindi l’ultima sfida che l’azienda del giovane Mark lancia a Google che, dal suo lato, ha già pronte due novità di cui una già proposta come Google Buzz, e Android, la nuova piattaforma ideata per il mercato mobile.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.