Insalata di rucola, noci e parmigiano reggiano con olio al pesto di rucola

Se volete acquistare la rucola, questo è il mese migliore e nei mercati la troviamo in abbondanza. È bene stare molto attenti a come appare esteticamente. Per le noci invece, al momento dell’acquisto, bisogna prestare attenzione alla buccia che deve essere ben chiusa e priva di lesioni.

a cura di Agnese Gambini

DSC_0025aChi fa spesa a km zero o bio sa bene che una mela un po’ bruttina e sporca è più naturale e buona di una lucida e perfetta ma per la rucola vale il contrario. Inoltre è meglio scegliere foglie piccole perchè più croccanti e meno amare. Una volta acquistata è preferibile conservarla in un vasetto o in un bicchiere con il gambo immerso in acqua fresca da cambiare due volte al giorno, proprio come facciamo per i fiori. In questo modo sarà più probabile che resista intatta fino al secondo giorno. Conservandola in frigo si mantiene molto poco, ma se proprio non potete farne a meno può servire chiuderla in un sacchetto di plastica bucherellato. Altra cosa importante è lavarla solo appena prima di mangiarla, e farlo in modo veloce senza lasciarla troppo a bagno.

Per le noci E’ meglio cercare quelle ancora provviste di picciolo e foglie, perché indica che sono state raccolte da poco e non trattate chimicamente. Inoltre è meglio scegliere le noci il cui guscio è ancora macchiato di nero perché vorrebbe dire che non sono state ancora trattate con la sbiancatura. Essendo dei frutti oleosi sono ricchi di sostanze nutrienti e il loro potere calorico è molto alto (100 grammi forniscono 580 kilocalorie circa). Le noci provviste di guscio si possono conservare per 5 mesi e anche più, lontano dalla luce e in luoghi freschi e asciutti. Quelle sgusciate invece per due mesi e in frigorifero.

 

Difficoltà: facile

Tempo: 15 min


Ingredienti per l’olio al pesto di rucola DSC_0016

1/2 litro di olio extra vergine d’oliva

un mazzetto piccolo di rucola

4-5 pinoli

una spolverata di parmigiano reggiano grattugiato


Ingredienti per l’insalata (dosi per 1)

50gr di rucola

30 gr di parmigiano reggiano a tocchetti

15-20 gr di gherigli di noci

100gr di mozzarella tagliata a pezzetti


Procedimento

Per l’olio – inserite nel mixer le foglie di rucola precedentemente lavate ed asciugate, i pinoli, il parmigiano e l’olio d’oliva necessario per coprire il tutto. Frullate fino a raggiungere un composto omogeneo e filtratelo con un colino all’interno di una bottiglia di vetro. Infine aggiungete nella bottiglia il restante olio e agitate bene. Otterrete un olio molto verde e un po’ amaro che potrete conservare per una massimo di due settimane ed utilizzare per condire insalate e bruschette.

Per l’insalata –  lavate ed asciugate la rucola. Spezzate grossolanamente i gherigli delle noci lasciandone un paio interi per decorare. Aggiungerli alla rucola assieme ai tocchi di parmigiano e alla mozzarella. Insaporite versando l’olio al pesto di rucola. In teoria è perfetta così ma dato che il condimento per l’insalata è una cosa molto personale che varia a seconda del gusto e delle persone, se volete potete aggiungere sale, pepe, aceto o quel che preferite. Se può aiutarvi, secondo un’antica credenza greca e romana, per ottenere una buona insalata, un’avaro pensa all’aceto, un prodigo all’olio, una saggio al sale, un giudizioso al pepe, e un pazzo poi la deve rimestare.


LEGGI ANCHE

RUCOLA e NOCI/ I due cibi più lussuriosi dell’antichità

DOLCI FACILI E VELOCI/ Olio e burro per un cake al cacao

COCKTAIL ANALCOLICI/ Smoothie al kiwi e mela verde

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.