DRINK/ Viva la frutta: scegli tra smoothie, centrifugati e frullati…

DSC_0350a

Siamo a metà aprile e sono proprio questi i giorni in cui si sente il vero passaggio dall’inverno alla primavera. Come noi lo sentono anche i campi, la frutta e la verdura. In queste tre settimane a cavallo delle due stagioni abbiamo il privilegio di poter ancora usufruire di frutta invernale come arance, kiwi, mele, pompelmi e melone bianco, e nel frattempo gustare anche le prime fragole e vedere le piante di basilico crescere ed iniziare a profumare.


 

Nei banchi dei mercati si vedono già asparagi, rucola, fave e zucchine e, per chi segue un alimentazione legata alle stagioni e non compra verdura di serra, è una sorta di rinascita dopo un lungo inverno di spinaci, verza e broccoli. Le belle giornate e la temperatura mite invitano a godersi qualcosa di fresco e saporito lasciandosi alle spalle le calde zuppe, vellutate e polenta. Le gelaterie riaprono e i bar ripropongono frullati, frappè, smoothies e centrifugati e dato che c’è sempre molta confusione quando si parla di questi tipi di drink, cerchiamo di descriverli bene e chiarire un po’ le cose.

Il frullato è la base di ogni preparazione e si realizza frullando frutta (preferibilmente con la buccia se commestibile, per il suo apporto di fibre) alla quale si può aggiungere acqua, latte, yogurt liquido, spremuta e succhi di frutta. Vanno sempre mescolati bene prima di berli per evitare che la parte solida si depositi sul fondo del bicchiere. La consistenza del frullato deve essere più liquida che cremosa. E’ bene scegliere frutti ben maturi con un sapore dolce, per evitare di dover aggiungere zucchero che appesantirebbe inutilmente l’apporto calorico. Lo zucchero inoltre vanificherebbe la funzione dissetante del frullato dato che gli zuccheri, una volta raggiunto lo stomaco, richiamano acqua e questo provoca una sensazione di sete. L’eventuale aggiunta di latte e yogurt liquido arricchisce il frullato di proteine e grassi e in questo caso è meglio considerarli come dei sostanziosi spuntini o come pasti leggeri invece che come semplici bibite.

Il frappé è semplicemente un frullato di frutta a cui viene aggiunto il gelato o in alcuni casi del ghiaccio tritato. Vi si possono anche aggiungere liquori, caffè o altri aromi come la menta.

Lo smoothie è una bevanda di frutta o verdura mescolata, spesso ottenuta da frutta frozen e con l’aggiunta di ghiaccio tritato, frozen yogurt o yogurt greco. Alla frutta si può aggiungere miele, sciroppo d’acero, cioccolato e aromi. La consistenza è simile a quella del frappè, ma lo smoothie non contiene gelato e solo raramente latte.

Per realizzare un centrifugato occorre l’apposito elettrodometisco, la centrifuga, oppure un robot da cucina che la contenga come accessorio. La centrifuga separa il succo dalla polpa e dalla buccia della frutta e della verdura. Quello che ne rimane è un concentrato liquido di vitamine e sali minerali, più povero di fibre rispetto al frullato, ma molto più versatile. Non presenta parti solide degli ingredienti utilizzati e ha l’aspetto liscio di un succo.

Inutile dire che bevande del genere sono piene di proprietà benefiche e salutari diverse a seconda del tipo di frutta e verdura utilizzata. Prendiamo in considerazione un centrifugato, un frullato e uno smoothie e vediamo come si preparano e quali apporti danno al nostro organismo.

Centrifugato di fragola, pompelmo rosa e basilico

In questo drink si mescolano tre alimenti con sapori molto diversi (uno dolce, uno acido e uno aromatico). Le fragole ci danno di un gusto morbido, il basilico conferisce un profumo e sapore estivo e il pompelmo rinfresca inasprendo leggermente il tutto.

Le fragole, che sono costituite per il 90% di acqua, idratano le cellule dell’organismo fornendo pochissime calorie, inoltre contengono enzimi che attivano il metabolismo dei grassi aiutando il corpo a eliminare l’adipe e a dimagrire più facilmente. Sono ricche di vitamina C (5 fragole ne contengono quanto un’arancia intera) e contengono xilitolo, una sostanza dolce che previene la formazione della placca dentale e dell’alito cattivo. Il pompelmo rosa stimola la secrezione dei succhi gastrici ed ha eccezionali proprietà digestive tanto da poter sostituire il tradizionale amaro di fine pasto in maniera salutare. E’ ricco di fruttosio a rapido assorbimento ed è quindi energetico ed adatto agli sportivi dopo lo sforzo fisico. Il basilico è d’aiuto in caso di disturbi digestivi, ed è un ottimo defaticante sia a livello nervoso che muscolare. Le caratteristiche di questi ingredienti fanno si che questo frullato sia ottimo per reidratarsi dopo aver fatto sport, o per digerire dopo un pranzo troppo sostanzioso.

Dosi per : 1                Difficoltà : facilissima          Tempo : 5 minDSC_0073a

Ingredienti:

1 pompelmo rosa

30 gr di fragole

3 foglie di basilico fresco

 Procedimento:

Sbucciate il pompelmo ed eliminate i piccioli delle fragole. Versate i 3 ingredienti in una centrifuga e servite il succo immediatamente. Se non avete una centrifuga ma avete qualche minuto in più a disposizione potete seguire questo metodo: spremete il pompelmo con uno spremiagrumi, poi frullate le fragole, il basilico e il succo del pompelmo con un minipimer fino a quando si formerà un composto cremoso e senza grumi, infine filtrate il tutto con un colino a maglie sottili.

Frullato alla banana, fragola e melone invernale

Il frullato banana e fragola, un classico che piace soprattutto ai bambini, viene arrcchito con l’aggiunta del dissetante melone bianco. Questa varietà di melone invernale ha un’alta percentuale di sali minerali,vitamine A e C ed è utile per rinforzare la pelle. Pur essendo molto dolce può essere consumato anche dai diabetici in quanto la quantità di zucchero contenuta è minima rispetto alla gran massa d’acqua, qualità che lo rende adatto anche a chi si trova a dieta. Le banane invece contengono tre zuccheri naturali (saccarosio, fruttosio e glucosio) e tante fibre. Sono ricchissime di potassio e sono uno dei pochissimi frutti che è possibile mangiare quando si soffre di ulcera. Hanno una forte presenza di triptofano (un amminoacido che il corpo converte in serotonina) e per questo sono d’aiuto contro la depressione. Questo frullato è ricco di sostanza, molto dolce e cremoso, quindi perfetto per quando ci si vuole tirare su di morale o coccolarsi un po’.

Dosi per : 1                Difficoltà : facilissima          Tempo : 5 min

Ingredienti:

1 banana

60 gr di fragole

1 fetta spessa di melone bianco

60 gr di yogurt magro

mezzo bicchiere di latte

Procedimento:

Tagliate la banana e il melone a cubetti ed eliminate i piccioli delle fragole. Versate tutti gli ingredienti in un mixer e frullate finchè tutta la frutta sarà ridotta a purea.

Smoothie al kiwi e mela verde

Una bevanda soffice e verde, dolce ma non troppo, e con un retrogusto acidulo. Il kiwi è ricchissimo di vitamina C, utile per curare il raffreddore, combattere l’anemia e le conseguenze di una dieta vegetaria. E’ d’aiuto per chi, soprattutto in questa stagione primaverile, è soggetto ad allergie e a stati di spossatezza e si dice anche che rallenti l’invecchiamento (per questo viene usato in molti integratori e creme). La mela contiene pectina, una sostanza in grado di depurarci dalle sostanze tossiche, e per questo molto indicata nella dieta di chi vive in zone particolarmente inquinate o piene di smog. La buccia è particolarmente ricca di fibre e sostanze benevole quindi sarebbe bene comprare sempre mele biologiche per essere sicuri di poterne consumare anche la parte esterna. Inoltre serve per il mantenimento di denti e gengive sane e mangiarne una dopo ogni pasto aiuta a rimuovere il grasso del cibo rimasto nei denti e a fortificare le gengive. Uno smoothie con questi due frutti è ideale per combattere la vita stressante di città, piena di traffico e sostanze dannose per il nostro organismo che spessono provocano anche allergie e irritazioni.

Dosi per : 1                Difficoltà : facilissima          Tempo : 5 min

Ingredienti:

1 kiwi

1 mela verde

80 gr di yogurt greco denso

30 ml di succo di mela (quello trasparente tipo sidro, non il succo di frutta alla mela)

 Procedimento:

Sbucciate il kiwi e tagliatelo a pezetti. Eliminate il torsolo della mela e fatela a fettine, con o senza buccia a seconda del proprio gusto. Mettete tutti gli ingredienti in un mixer e frullate fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.