Mestieri soppiantati dalla tecnologia: ecco i lavori che nel 2022 non esisteranno più

taxi lavori soppiantati dalla tecnologia mini

A volte programmare il proprio futuro, evitando di farsi trovare impreparati, può risultare una strategia vincente. Soprattutto se applicata in campo lavorativo. Quali mestieri nel 2022 non esisteranno più? E, viceversa, quali settori saranno economicamente floridi? A queste domande rispondono i report di Careercast.com, che stila una classifica dei migliori e peggiori lavori del 2014, offrendo anche una previsione di crescita o decrescita fino al 2022. E i risultati sono sorprendenti.

 

Partiamo dai peggiori lavori del 2014, quelli che nel 2022 verranno soppiantati dalla tecnologia e che, già oggi, offrono poche possibilità di futuro.

Dall’agente di viaggio, “ucciso” dai grandi portali web dove si può organizzare la vacanza comodamente da casa, al postino, soppiantato dall’email, fino al lettore dei contatori di acqua e luce, che non servirà più grazie ai collegamenti telefonici: sono alcuni dei mestieri in via di estinzione, secondo quanto rivelato dal rapporto 2014 di Careecast.com

Previsioni funeste anche per tassisti, taglialegna, giornalisti, agricoltori, hostess, tornitori, tipografi ed esattori fiscali: in tutti questi settori la tecnologia ha preso il sopravvento sull’essere umano, anche a causa della crisi economica, che ha imposto un radicale taglio dei costi di personale.

Tra i migliori lavori del 2014, quelli che offrono maggiori prospettive di qui a dieci anni, troviamo il matematico, il professore universitario, lo statistico, l’audiologo, l’igienista dentale, l’ingegnere di software, il fisioterapista e il logopedista.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.