Disoccupazione da record: un giovane su due senza lavoro, mai così male dal 1977

disoccupazione ai livelli di guardia mai cosi dal 1977

Il tasso di disoccupazione giovanile è cresciuto ancora a novembre, toccando il 41,6% in aumento di 0,2 punti rispetto a ottobre e di quattro punti rispetto a novembre 2012.

 

Lo rileva l’Istat spiegando che il tasso è al top dall’inizio delle serie storiche, ovvero dal 1977. In totale, i disoccupati tra i 15-24enni sono 659 mila. 

La loro incidenza sulla popolazione in questa fascia di età é pari all’11%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e in aumento di 0,4 punti su base annua.

Il tasso di disoccupazione generale a novembre si attesta al 12,7%, in crescita rispetto al 12,5% di ottobre. Rispetto a novembre 2012 si registra un aumento di 1,4 punti. Il numero dei disoccupati è pari a 3 milioni 254mila, in aumento dell’1,8% su ottobre, pari a 57mila unità in più, e del 12,1% su base annua, pari a 351mila unità in più.

La crescita tendenziale della disoccupazione è più forte per gli uomini (+17,2%) che per le donne (+6,1%). Gli occupati a novembre sono 22 milioni 292mila, in diminuzione dello 0,2% rispetto al mese precedente (-55mila) e del 2% su anno (-448mila). Il tasso di occupazione è al 55,4%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali su ottobre e di un punto rispetto a novembre 2012.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.