“Nanni Moretti. Lo smarrimento del presente”, il libro di Roberto De Gaetano

Segnaliamo l’ultimo libro di Roberto De Gaetano, “Nanni Moretti. Lo smarrimento del presente” (Pellegrini Editore), in cui l’autore indaga lo spessore di un regista controverso – spesso contro e basta – senza lasciare nulla al caso e spingendosi nei meandri dell’arte morettiana.

 

copertina_nanni_moretti_png

Da Io sono un autarchico ad Habemus Papam, il libro di Roberto De Gaetano, Nanni Moretti. Lo smarrimento del presente (Pellegrini Editore), entra nel corpo vivo del cinema di Nanni Moretti, misurandone tutta l’incandescenza nel suo rapporto con l’attualità italiana, e con un presente inquieto, irrisolto, molte volte doloroso, spesso comico.

Partendo dall’analisi del suo ultimo film, l’Autore attraversa l’opera di uno dei più importanti registi del cinema italiano, analizzandone i più rilevanti nuclei tematici e stilistici

Roberto De Gaetano (Roma 1965) è professore ordinario di Filmologia presso l’Università della Calabria. Ha dedicato importanti studi ai rapporti tra cinema e filosofia (Il cinema secondo Gilles Deleuze, Roma 1996; Il visibile cinematografico, Roma 2002;Teorie del cinema in Italia, Soveria Mannelli 2005, Politiche dell’immagine. Su Jacques Rancière, Cosenza 2011) e all’analisi del grottesco nella nostra tradizione cinematografica (Il corpo e la maschera, Roma 1999). Tra i suoi volumi più recenti: Tra-Due. L’immaginazione cinematografica dell’evento d’amore (Cosenza 2008) e L’immagine contemporanea. Cinema e mondo presente (Venezia 2010). Dirige il quadrimestrale di cinema “Fata Morgana”.

Per maggiori informazioni: www.pellegrinilibri.it


LEGGI ANCHE:

ALDA MERINI/ “Un incontro con la pazza della porta accanto”

LIBRI DA LEGGERE/ Nell’harem di Zintgraff Denise

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.