LUCCA COMICS 2011/ Giunto al termine il Festival Internazionale del fumetto e del gioco intelligente

di Giacomo D’Ulisse

Si conclude il primo novembre, la più grande fiera di fumetti e videogame in Italia. Il Lucca Comics and Videogame che ogni anno ospita circa centocinquantamila visitatori. Numeri da far venire il capogiro anche al più grande dei super eroi.

Tra realtà e fantasia. Con il rischio di non comprendere più quale sia l’una e quale sia l’altra. É il Luccalucca Comics and Games, il festival dedicato ai fumetti e ai videogame. Cinque giorni di puro divertimento, di avventura, immersi nei mondi fantastici della fumettistica insieme a un esercito di artisti presenti in tutte le strade. L’edizione 2011 è un omaggio a Emilio Salgari, scrittore italiano di romanzi d’avventura e uno dei più importanti esponenti dell’unificazione linguistica italiana. A centocinquanta anni dalla sua morte Lucca lo ricorda con una mostra.

Nella prima giornata (28 ottobre) si sono registrati oltre cinquantamila spettatori (record assoluto) tra cui personaggi d’eccezione come l’attore James Phelps, volto di uno dei gemelli Winsley in Harry Potter. La chiusura è prevista il primo novembre.
Mostre, concorsi, worshop, performance live, il festival offre il meglio agli amanti del fumetto e del video game. Il tutto nella splendida cornice della città toscana.

La prima edizione della manifestazione risale al 1966. La fama è andata crescendo in maniera esponenziale fino ad arrivare a quest’ultima, riuscitissima, edizione. Alcune interruzioni negli anni ’80 poi la ripresa in grande stile, con appuntamenti semestrali. Nelle ultime edizioni si sono registrate, nei quattro o cinque giorni, un numero di spettatori tra le 140 – 150 mila unità. Un pienone che fa del festival lucchese il secondo assolto in Europa nel settore.
Un’altra presenza importante dell’edizione 2011 è Herbie Brennan, uno dei più grandi maestri del fumetto mondiale a cu è affidata una mostra.

Grazie alla magia e all’atmosfera delle mura di Lucca hanno preso vita gli eroi che hanno accompagnato generazioni intere. Oltre a dare spazio ai nuovi artisti con gli appositi spazi espositori.
Un appuntamento imperdibile che ogni anno si rinnova nel periodo di Halloween. Un evento internazionale che appena dopo  il Comiket di Tokyo e il Festival International de la Bande Dessinée d’Angoulême risulta essere la terza fiera più frequentata al mondo.

LEGGI ANCHE

HALLOWEEN 2011/ Roma e Milano, ecco le feste più trendy

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.