50 sfumature di grigio, ecco chi è la donna che l’ha scoperto

Amanda Hayward, la donna che ha scoperto 50 sfumature di grigio

Amanda Hayward, la donna che ha scoperto 50 sfumature di grigio

50 sfumature di grigio: 40 milioni di copie vendute in 30 lingue, 5 milioni di dollari i diritti che la Universal ha pagato per farne un film, 40 milioni il costo per produrre la versione cinematografica, 600 milioni di dollari incassati nelle sale di tutto il mondo. Ma tutto è partito da lei: Amanda Hayward. Ecco chi è.

50 sfumature di grigio è stato il fenomeno editoriale e cinematografico di cui più si è discusso negli ultimi tempi. I numeri che vi abbiamo elencato sono strepitosi: un progetto partito dal nulla e diventato un caso mondiale.

Dietro tutto questo c’è la donna che avete visto in foto, Amanda Hayward, che ha raccontato in un’intervista esclusiva al mensile Myself come sia diventata editore per non fare la casalinga, riconoscendo in E.L. James (autrice di 50 Sfumature, ndr) il più grande successo di sempre in libreria.

Hayward, come è nata la sua casa editrice, The Writer’s Coffee Shop?

 «Per caso, qualche anno fa. The Writer’s Coffee Shop l’ho aperto nel 2009 per pubblicare online racconti di fan fiction (Un genere in cui l’autore si ispira a un libro di successo, mantenendo gli stessi personaggi ma cambiando circostanze e narrazione, ndr)».

Come le è successo di creare un sito di soft porn?

 «I siti di fan fiction mettono troppe restrizioni. La letteratura semi erotica – o mommy porn, che definizione orribile – non è accettata. Per questo ho creato un sito web tutto mio. Appena abbiamo aperto il sito, nel 2009, si sono registrate 10mila persone in un giorno solo».

Da chi è formata questa comunità?

«Ah, soprattutto da mamme con figli piccoli. Si annoiano a casa a fare le casalinghe e cominciano a scrivere, a pubblicare online. Il successo delle 50 sfumature è nato con il passaparola online di queste scrittrici e avide lettrici. Ci ho messo un anno a convincere la James a pubblicare la trilogia in formato cartaceo con me. A suo onore devo dire che ha pubblicato tutto Masters of the Universe (era il titolo originale)sul web, gratis, prima di firmare un contratto per i diritti».

E. L. James, pseudonimo di Erika Leonard l'autrice di 50 sfumature di grigio

E. L. James, pseudonimo di Erika Leonard l’autrice di 50 sfumature di grigio

Sapeva di avere in mano un fenomeno del genere o è stata pura fortuna?

«Che il libro piacesse molto si capiva già tre anni fa dai commenti online, oltre 100mila. Certo, non ci sognavamo un contratto da sette cifre con Random House. Mai una casa editrice online aveva avuto tre titoli contemporaneamente ai primi tre posti della classifica del New York Times. E per cinque mesi di fila».

Cosa ci trovano le donne di tanto irresistibile nella trilogia?

«Evasione. Permette di sognare, e dentro c’è un po’ di tutto, dall’azione al romanticismo. Il sesso aiuta a vendere, ma se non ci fosse una storia che funziona nessuno la leggerebbe».

È vero che ha già pronte tre altre autrici da lanciare?

«Sì, online hanno lo stesso successo che aveva all’inizio 50 Sfumature. Vedremo tra 4 o 5 mesi».

Una scena tratta dal film 50 sfumature di grigio

Una scena tratta dal film 50 sfumature di grigio

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.