CINEMA INFILTRATO/ “Offside”, la linea di confine di Erez Tadmor e GuyNattiv

“Offside” è il secondo cortometraggio della trilogia sul conflitto in Medio Oriente di Erez Tadmor e GuyNattiv. Un breve riposo, fino al loro ultimo cortometraggio “Stranieri”. “Offside” è stato girato in Israele, nel mese di settembre 2005, presso la zona di sicurezza che separa Israele e l’autorità palestinese.

a cura di FS

offside_okOltre la linea difensiva, oltre la linea di confine. Quattro uomini in attesa di sparare, per uccidere l’avversario. Con il sottofondo di una partita di calcio: Italia – Brasile. E se una radio, una telecronaca, è l’arbitro in gioco la metafora dello sport si trasforma in un assalto al nemico. Fino a quando trasmette le azioni di gioco tutto è sospeso, tutto è calmo. Si decide la vita, non una finale dei mondiali che, separata da una barriera, acquista lo stesso valore di un calcio di rigore.

La radio interrompe la trasmissione, lo sguardo intenso dei soldati, i fucili puntati. Finisce la partita inizia la guerra. Tutti morti e nessun vincitore. La tragica fine dei giocatori di due fazioni nella terra mediorientale. Quello che vi presentiamo oggi è un interessante prodotto di Erez Tadmor e GuyNattiv, due videomakers arrivati in terra israeliana a registrare il conflitto palestinese e israeliano. Un episodio, forte nella sua semplicità, che descrive la guerra in quella striscia di terra che da anni è in pieno conflitto.

Buona visione

SCHEDA TECNICA

TITOLO: Offside

DURATA: 5’ 59’’

GENERE: Drammatico

PAESE DI PRODUZIONE: Israele

ANNO DI PRODUZIONE: 2005

DIRETTO DA: Erez Tadmor e GuyNattiv


GUARDA “OFFSIDE”


GUARDA ANCHE

CINEMA INFILTRATO/ Chi ha paura di Mr. Greedy?

L’incantevole magia di “Out of a forest”

“Neomorphus”, la mutazione genetica nel mini-shorts di Preapostere

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.