Cambiamenti climatici, scie chimiche, terremoti artificiali: i segreti svelati dall’esperto Carana

Impegnato in diverse conferenze in giro per l’Italia, Giorgio Carana – presidente del Coordinamento No Scie Chimiche Italia – ha rilasciato un’intervista a L’Infiltrato. Dal fenomeno delle scie chimiche che irradiano i nostri cieli e provocherebbero seri problemi alla salute, fino al progetto HAARP, nato all’inizio per volontà degli americani per spiare la Russia durante la guerra fredda e diventato un ambizioso progetto di monopolio del clima: non vi sembra strano quanto sta accadendo in questa “non stagione pre estiva”? E poi i ‘terremoti artificiali’, come potrebbe esserlo stato quello dell’Aquila. Chi c’è dietro questa ‘guerra invisibile’? 

 

di Maria Cristina Giovannitti

cambiamenti_climatici_e_scie_chimicheDegno di un episodio di Guerre Stellari, tanto che lo stesso Giorgio Carana ci dice:Sembrerebbe fantascienza ma non lo è”. Lui è il Presidente del Coordinamento No Scie Chimiche Italia impegnato nella conferenza di ‘Geoigegneria e Scie Chimiche’, dove va in giro per l’Italia a spiegare e ‘denunciare’ un fenomeno allarmante ed in vistosa crescita – basta alzare lo sguardo al cielo per verificare: le scie chimiche disperse nei cieli da aereisolitamente dei ‘Low coast’” dice Carana.

Queste scie che restano nel cielo – “Quelle di condensa essendo di ghiaccio si sciolgono subito, quelle chimiche no”provocherebbero seri danni alla nostra salute. Tutto questo legittimato dal governo italiano che nel 2003 ha visto Berlusconi e Bush firmare un Protocollo che autorizzava questi ‘aerei speciali’ a muoversi senza rispettare il codice Enac.

A questo si aggiunge – secondo Carana – il famoso progetto HAARP, nato con l’apparente intento di studiare la ionosfera ma in realtà voluto dagli americani – il più grande sito di antenne è impiantato in Alaska – per controllare il clima, la meteorologia e la parte subliminale degli uomini, attraverso le onde elettromagnetiche. Di questo progetto, un piccolo esempio di casa nostra è il tanto contestato sito MUOS a Niscemi, in Sicilia.

Infine Carana ci parla dei ‘terremoti artificiali’, quelli che rientrano in questo monopolico progetto HAARP, e tra questi indica ad esempio anche il sisma de l’Aquila. Tutto nasce per volontà di due grandi potenti mondiali: i Rothschild e i Rockfeller, il quale intento è quello di ridurre la popolazione mondiale.

 

Giorgio Carana lei è il Presidente del Coordinamento No Scie Chimiche.  E’ un’organizzazione no profit?

L’Associazione è una Onlus

Nelle varie conferenze in giro per l’Italia, parla delle scie chimiche, dei terremoti artificiali, del progetto Haarp, e tanto altro. Alcuni la ritengono complottista ed altri populista. Ci chiarisce con quali certezze sostiene queste teorie? Dove trova fonti attendibili?

Complottista e populista sono termini che leggo in giro; in tutta sincerità non mi è mai successo di essere accusato di appartenere né all’una né all’altra frangia e la ragione è che propongo una condizione essenziale e cioè che io non indottrino. Le conferenze sono esposizioni di argomenti supportati da documenti che trascendono in deduzioni logiche ad una intelligenza speculativa. Comunque io ribadisco sempre la necessità e l’obbligo che ha ciascuno di noi nel verificarne i percorsi e la veridicità. Le informazioni le avrei trovate nei testi ma questo non vale più oggi perché in certi casi questi sono stati riscritti ad uso della disinformazione per cui il lavoro di un ricercatore è quello di attingere a più informazioni creando percorsi e collage che sfuggono agli stessi disinformatori. La mente di un ricercatore indipendente è un passino attraverso cui filtra tutto ma nel cui filtro rimangono le notizie che hanno una logica provata.

Che studi ha fatto?

Gli studi non li ho fatti ma li faccio ancora. Non si smette mai e mi capita di iniziare un approccio nuovo se devo fare una conferenza tematica. Per esempio in “Scie chimiche e dintorni” per la prima volta si toccano tutti gli aspetti della quotidianità in minuti. Capita che chiedano un intervento specifico su OGM, Elettromagnetismo, Scie chimiche, terremoti, Signoraggio, il giogo della fede, inquinamento urbano, smaltimento dei rifiuti, Muos, controllo mentale ed ecco che quei pochi minuti diventano due ore, dunque può accadere che si approfondisca l’argomento come se si dovesse dare un esame all’università.

Viene pagato per la sua carica di Presidente del Coordinamento o per presiedere alla conferenze?

Nessun compenso come conferenziere. E’ accaduto, due volte, che avendo superato gli 800 Km di tratta mi si desse un rimborso. Spesso ho approfittato dell’ospitalità e della cucina degli organizzatori che non finirò mai di ringraziare. Ad oggi paghiamo da noi le locandine e quanto serve per far conoscere il messaggio. Non è facile.

Cosa sono le scie chimiche?

Le scie le definiamo chimiche per differenziarle da quelle di condensa che però non ci sono più secondo un protocollo sull’uso dei carburanti aerei del 1975. Chimiche perché abbiamo la certezza che le sostanze rilasciate non siano naturali.

Esclude totalmente che possano essere scie di dispersione dei carburanti?

Carburanti no di certo (solamente se svuotano i serbatoi in particolari casi). In troppi casi si vede il “fumo” uscire dalla punte delle ali o da sotto la carlinga non dai reattori. Comunque le scie di condensa sono formazioni di ghiaccio che si sciolgono in pochi minuti e solamente a 7000 metri, almeno -40° e con il 70% di umidità. Considerando che lo 0 termico in estate è intorno ai 5000 metri capiamo bene che non è possibile vedere una scia lunga centinaia di chilometri a 2000 metri. Inoltre gli aerei non volano a 2000 metri. Ma c’è molto altro che conferma ciò.

giorgio_carana_scie_chimiche_2Chi ‘paga’ affinché il cielo venga irrorato da scie chimiche? E soprattutto perché?

Chi paga! La strategia delle irrorazioni è cambiata nei dieci anni. Tutto ciò che è denaro viene da chi il denaro lo produce come bene lavoro anche se le irrorazioni sono gestite dai militari. Chi paga l’esercito? Da quando poi il programma ha cambiato scopi e modi paga chi possiede oggi i soldi. Oggi chi possiede tutti i soldi del mondo?

Con che aerei vengono sprigionate queste scie?

Gli aerei che irrorano li possiamo vedere ad occhio nudo perché volano a quote di 2 e 5 mila (i particolari al binocolo). Sono aerei progettati per il volo civile ma internamente modificati. Sono in pratica pieni di fusti per liquidi e gas ad altra pressione infiammabilissimi. In alcuni casi delle compagnie di linea hanno smontato metà delle poltrone e attraverso le compagnie Low Cost (che nacquero nel 2003 proprie per coprire tratte importanti).

Che danni provocano?

Anche sui danni bisogna seguire lo sviluppo. Quello che sembrava il più importante fu l’intossicazione da metalli pesanti ma da quando le scie hanno cambiato natura ci troveremo batteri e funghi per l’agricoltura, addensanti, riflettenti, virus, polvere nano tecnologica.

Per permettere a questi aerei certe tratte anche il Governo italiano da il suo ok?

Si, il governo italiano firmò un trattato nel 2003  all’interno del quale si permise l’uso a questi aerei bianchi di tutte le basi civili e militari. Non devono chiedere permessi, non devono rispettare i codici di volo e volano senza il controllo delle torri.

La meteorologia esclude totalmente la possibilità di una “guerra climatica” o del controllo del clima. Secondo lei perché?

Sembra una risposta banale ma il termine “guerra” implica lo scontro tra due parti nemiche. Qui c’è solamente una parte che fa e disfa. L’umanità tutta subisce senza poter dire la sua anzi senza capire cosa accade. Solamente all’inizio le condizioni meteo furono usate per “disturbare” il nemico (guerra del Golfo, Afghanistan).

Passiamo ai terremoti artificiali – anche la geologia esclude in modo categorico questa possibilità  – mentre lei sostieni il contrario …

La geologia ha ragione nel dire che i terremoti non sono prevedibili. Vero!!! Quelli naturali. Ma la geologia deve andare a capire cosa è HAARP e sapendo che il terremoto è liberazione di energia geomagnetica associare la natura di produzione elettromagnetica alle anomalie dei nuovi terremoti: scarsa profondità, violenza come non mai, prevedibilità legata a situazioni politiche, ripetitività a fotocopia, lettura dei diagramma di HAARP.

A suo parere anche il sisma in Abruzzo è stato indotto? Per quali motivi?

Il terremoto de L’Aquila si innesta nelle stesse casualità che indussero a Fukushima, Haiti, Indonesia 1 e 2, vulcani in Islanda, Nuova Zelanda. Legami stretti con un certo disagio economico-monetario. Lo so! Sembra fantascienza.

Cos’è il progetto HAARP? Che funzionalità ha?

HAARP adesso è un sistema di antenne LINEARI (era una base in Alaska) per generare onde elettromagnetiche. Una centrale che può mettere la terra tutta in un microonde. All’inizio fu un sistema di controllo satellitare oggi, perfezionato, serve a riscaldare la ionosfera e creare rilasci elettromagnetici che ondeggiando creano  onde d’urto per scopi specifici. Se avete modo, osservate certe nuvole come onde.

 

Come può il progetto Haarp controllare la nostra mente e i nostri stati d’animo?

La nostra mente funziona con sinapsi elettromagnetiche a bassissima frequenza e HAARP trasmette a bassissima frequenza. Nessun apparecchio al mondo lavora alle frequenze del cervello. Dunque perché questa costante emissione? Il principio è quello della trasmissione del pensiero tranne che stavolta lo fa una macchina.

Chi finanzia e – soprattutto – chi vuole il progetto Haarp? Perché?

Ufficialmente sono i buoni; quelli che vogliono dare le carote ai bimbi del deserto e che per questo vogliono aggiustare il clima. I governi, i benefattori. Ufficiosamente … no e, ripeto, il programma è portato avanti dalle due compagini che governano il mondo da sempre: i Rothschild e i Rockfeller.

Il MUOS di Niscemi è un esempio di ‘controllo’ del clima?

Il MUOS è un piccolo HAARP e può fare di tutto ma nello specifico è impiegato per altro che non sono le trasmissioni militari.

La politica italiana quanto è collusa con questa ‘guerra invisibile’?

Il governo come lo immaginiamo noi non esiste da tempo. E’ grottesco ma forse alcuni parlamentari non lo sanno nemmeno. I giochi sono fatti da quelli che comandano all’interno del governo stesso. Le decisioni non si prendono nel Transatlantico. Chi viene a sapere o ipotizza deve decidere se essere cacciato o no.

Se tutto avviene all’ombra di tutti,  lei come hai trovato tutto questo materiale? Come fa ad avere tutte queste informazioni?

Nessun complotto. Nessuna massoneria. Nessun servizio segreto. Tutte le informazioni sono pubblicate in documenti che bisogna saper leggere. Si prende il Protocollo sui cambiamenti climatici, si guardano tutti i brevetti per il controllo mentale, si trovano i brevetti sui trasmettitori mentali nel digitale terrestre, i protocolli OGM, le sperimentazioni sulle nuove tecnologie, i membri che formano la commissione trilaterale, l’agenda del 21° secolo, il codice alimentare, i diagrammi Haarp nell’attimo del terremoto, le foto satellitari delle scie: c’è tutto, proprio tutto. Il Bilderberg non è un gruppo massonico. Bisogna saperli cercare i documenti.

giorgio_carana_scie_chimiche_5Se queste sono le prospettive future, la popolazione come può salvaguardarsi?

Stando a loro il futuro non ha prospettive. Sono io che cerco di trovarne una ed ecco il perché del Coordinamento. Prima cosa informarsi per avere capacità discriminatoria e non cadere nella trappola della informazione (giornali e TV non dicono la verità fosse anche Gabanelli o Vespa) ufficiale. Informarsi, lo ripeto, significa trarre spunti da quanto detto e poi continuare. Informare non vuol dire fare copia e incolla di certe pagine FB e farne un libro e nemmeno spacciare intuizioni, idee e concetti da altri e citarli come propri. Il Coordinamento No Scie Chimiche Italia propone delle strategie di contenimento del fenomeno speranzoso che un dì tutto ciò sarà finito (a nostro pro). 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.