Video shock, le minacce del capo Rom mettono i brividi: “Ti mando in coma se parli del mio campo”

campo rom la barbuta

È il giornalista del Fatto Quotidiano Mauro Episcopo a riprendere la scena in cui il capo Rom della Barbuta, campo nomadi vicino all’ippodromo delle Capannelle, minaccia – in maniera chiara e inequivocabile – il presidente di una Onlus. Ecco le immagini.

 

Se lei parla ancora della Barbuta, la mando in coma, la mando in coma, lo dico qui: mi autodenuncio”.

È la minaccia reiterata di Sartana Halilovic un “capo” del campo nomadi ‘La Barbuta’ di Roma, rivolta a Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 luglio, una Onlus, che si occupa di promuovere i diritti dei rom e sinti in Italia.

La minaccia – ripresa in esclusiva dalle telecamere de ilfattoquotidiano.it – è chiara: non si deve toccare l’insediamento in questione, altrimenti è guerra.

Come riporta Il Fatto Quotidiano “le parole di Halilovic, accompagnato da almeno quattro uomini che poi si allontaneranno con lui, rimbombano nella piccola sala rossa del municipio VII di Roma nel popoloso quartiere di Cinecittà, dove l’associazione ha sciorinato un lungo elenco di cifre che alimentano quello che, senza mezzi termini, viene definito il rapporto ‘Nomadi Spa’, il sistema ‘campi’ della Capitale.”

Nomadi Spa è il primo rapporto che – continua Il Fatto – “analizza nel dettaglio le spese che il Comune effettua per il mantenimento degli insediamenti rom di Roma. Le cifre sono esorbitanti: nel 2013 l’amministrazione comunale ha speso 24 milioni di euro per la gestione di 11 insediamenti.”

Il commento dell’assessore al commercio del Pd, Massimo De Simoni, è netto: “Questo rapporto a me fa paura, se presentiamo questi conti non vorrei che qualche testa calda interpreti male e si possa scatenare uno scontro”.

Infine, ed è questo l’aspetto più preoccupante, Il Fatto denuncia “che nonostante fossero presenti diversi consiglieri comunali e municipali, nessuno ad oggi ha denunciato le gravissime minacce alle autorità competenti

GUARDA IL VIDEO

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.