Trattativa Stato-mafia, “Dalla Chiesa ucciso per volere di Andreotti e Craxi”

omicidio dalla chiesa voluto da andreotti e craaxi

Giulio Andreotti e suo figlio erano tra gli obiettivi di Totò Riina.

 

Il boss voleva assassinare anche loro e se ne dovevano interessare i capimafia Graviano a Roma, “ma ci furono problemi perché gli fu rinforzata la scorta”. 
Lo ha rivelato il pentito Francesco Onorato deponendo al processo sulla trattativa Stato-mafia. “Dopo il maxi-processo – ha raccontato Onorato – una serie di politici vennero contattati da Cosa nostra: tra loro anche Salvo Lima che non si presentò all’appuntamento”.

 A Riina, non piacque l’atteggiamento dell’eurodeputato Dc che era nella lista dei politici da eliminare.

Onorato repliche a certe lacune dei suoi ricordi dichiarando “Sono passati tanti anni, ma mangiando si fanno molliche e i ricordi affiorano. Comunque Andreotti e Craxi hanno fatto uccidere il generale Dalla Chiesa perché avevano il suo fiato addosso”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.