Scandalo a Palazzo, le donazioni degli italiani tartassate dallo Stato: che lucra sulla solidarietà.

renzi tassa donazioni mini

L’inchiesta di Fanpage ha dimostrato come in Italia persino le donazioni siano tartassate dallo Stato, che è messo talmente male da lucrare anche sulla solidarietà: ecco cosa succede quanto effettuate una donazione.

 

L’Ice Bucket Challenge contro la Sla ha portato migliaia d’euro di donazioni (non tantissimi, per la verità) anche in Italia, dove sono stati raccolti circa 685mila euro (la fonte è l’associazione Aisla).

Ma tutti questi soldi andranno pari pari alle associazioni che si occupano di ricerca? E chi ha donato, potrà detrarre completamente la cifra? Macché. Mario Melazzini, medico, assessore regionale alle Attività produttive della Regione Lombardia e malato di Sclerosi laterale amiotrofica spiega al quotidiano Il Giorno che sono fondamentali norme capaci di incentivare “gli investimenti privati attraverso la defiscalizzazione”.

Ci si stupisce che l’Ice Bucket Challenge negli Stati Uniti abbia raccolto più di 70 milioni di dollari – afferma Melazzini – ma lì quello che doni lo scarichi per intero, in Italia invece puoi detrarre una percentuale irrisoria. Perciò al premier Matteo Renzi vorrei dire che sono contento abbia partecipato alla doccia, ma quel che mi aspetto da lui, dal Governo, è che agisca. Da una parte reintegrando il fondo per la non autosufficienza, che è legato al bisogno indipendentemente dalla malattia. Dall’altra, alleggerendo la burocrazia sulla ricerca e defiscalizzando le donazioni”.

Parole simili a quelle che al Corriere della Sera pronuncia Edoardo Patriarca, presidente del Cnv, Centro Nazionale del Volontariato: “Il problema della mancata detrazione dell’Iva per progetti e infrastrutture destinate al bene comune, secondo le stime fornite dall’Istituto italiano della donazione, interessano oltre seimila iniziative su tutto il territorio nazionale”.

Patriarca si riferisce in particolare ad un episodio specifico, quello della scuola realizzata dall’architetto Renzo Piano in Emilia Romagna nelle zone devastate dal sisma del 2012. Una struttura costruita grazie ai soldi donati dai telespettatori di La7 e dai lettori del Corsera: ebbene oggi lo Stato vuole 300mila euro come Iva sul bene ristrutturato.

QUANTO SI PAGA DI TASSE SULLA SOLIDARIETÀ? – Le donazioni di privati e imprese commerciale hanno diversi regimi fiscali. Quelle di modico valore non sono soggette alla tassa sulle donazioni. Ma cosa significa “modico valore”? Cambia molto se si tratta di una impresa o di un privato cittadino, ovviamente. Quando la cifra non è appunto di “modica entità” rientra nell’imposta sulle donazioni.

Le associazioni non riconosciute non possono detrarre parte della somma donata dal proprio reddito, le onlus e le associazioni di volontariato iscritte negli appositi registri regionali sì. Le cosiddette “erogazioni liberali” , cioè le donazioni libere a queste associazioni sono sempre esenti dall’imposta e il donante può detrarre parte della somma donata dal proprio reddito.

La riforma del Terzo settore prevista dal governo di Matteo Renzi prevede l’introduzione di un regime di tassazione agevolata per gli enti del Terzo settore, che tenga conto delle finalità di utilità sociale nonché la semplificazione del regime di deducibilità e detraibilità dal reddito delle persone fisiche e giuridiche delle donazioni di ogni tipo.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.