Roma, carabinieri staccano l’acqua ai Rom: “Sono finti poveri. Il sindaco intervenga.”

castel romano campo rom

La notizia, riportata nell’edizione romana del Corriere, squarcia quel velo di finto perbenismo che avvolge certi ambienti della Capitale. A Castel Romano i carabinieri sono intervenuti per staccare l’acqua del (noto) campo Rom, perché accortisi che gli stessi che non pagavano giravano poi in Ferrari e Porsche. “Il sindaco intervenga, si tratta di finti poveri più ricchi degli italiani”, l’appello dei carabinieri a Marino.

 

Politicamente è cambiato il vento a Roma ma non per quanto riguarda la questione immigrati. Il sindaco Ignazio Marino ancora non interviene a invertire la tendenza, non ne ha avuto ancora il tempo. Il fatto è che comunque i carabinieri si sono scagliati contro gli zingari del campo nomadi di Castel Romano.

Al grido di: “Possiedono Ferrari e Porsche, il Comune smetta di dare loro benefici”.

Tutto questo, come riportato dall’edizione romana del Corriereè stato scoperto dopo che i militari hanno deciso di effettuare maggiori controlli a causa di incendi, risse e aggressioni. Il quadro scoperto è devastante: tanti rom mendicano di giorno e poi tornano a casa con macchine di lusso. Addirittura con le vetture delle marche sopra citate.

Immediati i provvedimenti per contrastare un andazzo che si stava perpetrando da troppo tempo, dagli anni della Giunta Comunale guidata dall’ex sindaco Gianni Alemanno che nulla ha fatto per evitare la situazione.

Come si faceva ad arrivare a tanto? Mendicare per ottenere macchine di lusso vuol dire non pagare le bollette dell’acqua. I militari per questo motivo hanno proceduto a staccare l’allaccio. Per loro quindi ora non ci sarà più risorsa idrica corrente a meno che non decidano di saldare il debito pregresso.

Non è tutto però: è stato infatti chiesto al Comune di valutare se davvero esistono ancora i presupposti per concedere alle famiglie di nomadi le case prefabbricate.  Visto che molti  di loro hanno molte  risorse finanziare a disposizione.

Il pugno di ferro dei Carabinieri va anche a contrastare i continui episodi di criminalità. In poco tempo è stato speso oltre un milione di euro proprio a causa di vandalismi e danneggiamenti al campo rom

Ci saranno accertamenti sulla situazione penale degli abitanti per istituire un registro dei loro crimini nella zona. Poi toccherà al sindaco Marino porre un freno alla disuguaglianza sociale che si è venuta a creare

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.