Nel video dell’arresto di Massimo Carminati spunta il figlio: e il boss trema di paura

il momento della cattura di Carminati mini

Ogni boss che si rispetti ha un punto debole. E quello di Carminati è il figlio, che viaggia con lui sulla Smart e viene coinvolto nell’arresto. Le immagini riprendono un boss spaventato, quasi terrorizzato per quello che potrebbe succedere: ecco il video.

 

Come riporta La Stampa, “si preoccupa per il figlio che è con lui in macchina, Massimo Carminati, quando vede mitra e pistole dei Ros mettere forse fine a 40 anni di carriera criminale. Lui alza subito le mani e scende dalla Smart circondata dai carabinieri, ma non rinuncia a dire qualcosa ai militari. Cosa dica non si capisce guardando il video della cattura del presunto capo di Mafia Capitale, diffuso dall’Arma. Ma da gesti ed espressioni del volto si evince l’apprensione per la presenza del figlio”.

Questo è un filmato eccezionale sull’arresto di un boss, “girato in soggettiva da una telecamera piazzata all’interno di un’auto usata nell’operazione. I carabinieri sono appostati da giorni a Sacrofano, a nord di Roma, dove Carminati vive con la compagna Alessia Marini. Il video si apre con la macchina degli uomini del Ros all’angolo di via Monte Cappelletti, la strada di casa del “Nero”. Comunicazioni alla radio tra i militari, cielo grigio e umidità, è domenica 30 novembre, quattro giorni fa, pomeriggio. Una squadra comunica all’altra che Carminati sta uscendo di casa, in auto. L’immagine si sposta all’imbocco di una stradina di campagna in discesa. La macchina con la telecamera la imbocca in discesa, mentre una Smart arriva in salita nel verso opposto”.

«Piano, piano, ragazzi», dice un carabiniere. «Non lo vedo, non lo vedo, non lo vedo – dice un altro, e poi – guida lui».

La Smart si ferma per la strada sbarrata dal mezzo dei carabinieri, l’altra auto arriva da dietro per impedire la retromarcia. Carminati abbassa il finestrino e mette fuori la testa, forse vuol protestare non avendo subito capito la situazione, ma poi vede uscire tre uomini con le armi spianate e le pettorine dell’Arma e alza le mani”.

«Scendi, scendi da questa cazzo di macchina!», urla un uomo del Ros. «Signora vada fuori, ferma la macchina», dice un altro a Carminati che non ha spento il motore, pensando inizialmente che ci sia una donna con lui.

Il “Cecato” scende e alza le mani, dice ancora qualcosa ai carabinieri, sembra preoccuparsi per il figlio, che non si vede nelle immagini, nascosto dal riflesso sul parabrezza della Smart. Gli viene detto più di una volta di «alzare le mani».

Intanto la radio gracchia «Lo hanno bloccato, lo hanno bloccato». Carminati viene ammanettato dietro la schiena e portato via, addosso i jeans, un giubbotto e la felpa con il cappuccio, oltre agli occhiali delle ultime foto segnaletiche. Finisce così la corsa del “Re di Roma”.

GUARDA IL VIDEO DELL’ARRESTO

LEGGI DALLA FONTE ORIGINALE – Lastampa.it

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.