Reportage fotografico dalla Chiesa di S. Erasmo, Isernia: l’indifferenza di una pessima amministrazione

L’articolo di ieri sulla chiesetta di S.Erasmo di Isernia ha riscosso un notevole successo. Per questo motivo abbiamo deciso di cercare la chiesa che c’è e non c’è e di fotografare tutto ciò che ne rimane… Ennesimo caso di scempio ambientale e culturale, che starebbe benissimo nel nuovo libro targato Rizzo – Stella, “Vandali – L’assalto alle bellezze d’Italia“. 

di Donato Giannini

foto di Giovanni Ciccorelli

Foto di 15 anni faL’edificio si trova in via San Cosmo dove, da qualche anno, il Comune di Isernia ha deciso di tracciare un sentiero che sale fino a via orientale, dimenticando di inserire nel tracciato la via che porta alla chiesetta. In effetti, le condizioni in cui versa non sono proprio adatte a deviare il tragitto come “itinerario turistico”, vista la pericolosità della stradina che arriva davanti l’ingresso della chiesetta.

A strapiombo sul fiume, in stato di abbandono, costruita nella roccia, ricoperta di cespugli e piena di “monnezza”, la dimora del Santo risale al 1400 d.C. (a detta degli esperti). Nonostante le pessime condizioni, l’edificio resta molto suggestivo e ad entrarci dentro ci si rende conto di come una pessima amministrazione sia completamente indifferente ad un edificio storico di tale bellezza.

L’affresco che ritrae il Cristo in croce quasi non esiste più e nelle foto si nota come a distanza di circa quindici anni (foto 1 di Francesco De Vincenzi) il tempo abbia corroso il dipinto che, a quanto pare, a nessuno abbia mai interessato.

foto chiesa s. erasmo nel 2011Consigliamo a tutti una visita, ma con le dovute attrezzature, poiché la stradina che porta alla chiesa è abbastanza pericolosa.


GUARDA LA FOTOGALLERY

LEGGI L’ARTICOLO

Sant’Erasmo. Quel che resta della chiesa… cade a pezzi.

 

 

 

 

 

 

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.