WIKILEAKS/ Le banalità di Julian Assange e i servizi segreti cinesi

Ultimamente si fa un gran parlare di questo sito, che nei fatti è un blog come tanti che troviamo sul web. Tutti aspettiamo con frenesia le rivelazioni di un signore affiliato ai servizi segreti cinesi, Julian Assange, che non perde giorno a dichiarare di essere in possesso di chissà quali rivelazioni che faranno tremare il mondo intero.

Wikileaks-001Cosi come i politici nostrani si sbracciano a dichiarare infondate le accuse del blog, che si vogliono destabilizzare gli equilibri politici e via dicendo, ma vogliamo analizzare, nei fatti, le ultime “rivelazioni scottanti” di questo ciarlatano?

Partiamo dai fatti di casa nostra, quelli che conosciamo meglio, bene Assange ha pubblicato una informativa “scottante” passatagli da un funzionario dei servizi italiani, l’informativa diceva chiaramente che il Presidente del Consiglio dei Ministri, l’onorevole Silvio Berlusconi, è solito organizzare festini con donnine e prostitute di alto borgo.

E allora? Dov’è la novità, in queste ore maggioranza ed opposizione nei palazzi del potere sembrano scendere dalle nuvole, addirittura lo pseudo democratico Massimo D’Alema convoca Berlusconi al COPASIR, per capire se la sicurezza interna è in pericolo, ma possibile che tutti dimenticano ciò che Berlusconi combina? La minorenne marocchina, l’ho tirata fuori io dalla Questura? Alla festa dei 18 anni di Noemi Letizia ci sono andato io?

E le ragazze che Lele Mora ed Emilio Fede hanno portato in casa Berlusconi la scorsa estate sono delle visioni? E quando ha dichiarato che dopo una lunga giornata di lavoro un po’ di svago fa bene, era lui o no? Quali novità che il popolo italiano non sapeva, ha svelato il signore in questione? Nulla, zero assoluto. E poi, tutti sanno che negli Stati Uniti Obama E la Clinton proprio non si prendono, ci voleva Assange a dirci che “ci sono forti tensioni tra il Presidente ed il Segretario di Stato”, ma se lo sanno tutti! E ci voleva sempre il ciarlatano a dirci che la Cina (che lui conosce bene) si sta preparando al grande salto sull’America? Nessuno lo sapeva questo? Ecco queste sono le rivelazioni che Wikileaks continua a fare, creare il caso, sollevare il polverone per dire cose che un ragazzo di terza media che vede un telegiornale al giorno sa, né più né meno.

Il problema di fondo però, e qui recupero la serietà, è che queste operazioni studiate a tavolino, dai servizi segreti, da gruppi di potere e trafficanti vari, servono solo ed esclusivamente a limitare drasticamente la libertà di espressione, anche perché, tra le altre cose, le prime dichiarazioni fatte dai politici sono state quelle di “punire senza tentennamenti, chi divulga simili menzogne” cosa significa?

Che da qui a qualche mese saranno chiusi una serie di blog e siti di controinformazione con la scusa della sicurezza nazionale, che sarà vietato esprimere le proprie opinioni, perché si vuole gettare fango sui governanti, ecco cosa significano queste operazioni, studiate a tavolino, e che rinforzano, in modo spropositato il potere in mano ai pochi eletti dell’elitè che ci governa, un gioco al massacro in cui il massacrato non è Assange di Wikileaks, lui è complice di chi fa di tutto per limitare la libertà di stampa e di espressione, è l’organizzatore numero uno, di queste campagne contro la stampa. Prossimamente anticiperemo noi ciò che il ciarlatano dirà sulle banche americane, ma anche qui chiunque può immaginarlo.

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.