Corse clandestine di cavalli: Google Earth sfida la mafia

Corse clandestine di cavalli e mafia siciliana: cosca di Ragusa sgominata grazie a Google Earth.

Giuseppe Napolitano

Corse clandestine di cavalli e  mafia siciliana: cosca di Ragusa sgominata grazie a Google Earth10 gennaio 2010 ore 9:00 contrada Granelli a Pachino (Ragusa) territorio del Siracusano in Sicilia: Operazione Whipped Horse. I Nas dei carabinieri del comando provinciale di Siracusa in collaborazione con il Gruppo tutela e salute di Napoli e i Nas di Ragusa stanno effettuando un controllo in seguito ad un più ampio piano di scannerizzazione territoriale.

E’ proprio grazie alle nuove tecnologie come “Google Earth” che il Nucleo Anti Sofisticazione è riuscito ad individuare uno strano appezzamento di terra dalla forma ovale inserito in un canneto che ne rendeva quasi impossibile la vista. L’indagine ha inizio circa sei mesi fa quando i carabinieri decidono di monitorare l’intera area sud orientale della Sicilia. Coordinati dal sostituto procuratore della Repubblica del tribunale di Siracusa Marco Bisogni.

Sono state impiegate decine di unità per effettuare l’operazione che ha consentito d’individuare un ippodromo in cui si svolgevano corse clandestine. In seguito ad appostamenti e perlustrazioni infatti si è subito capito che si trattava di un ippodromo dove si svolgevano gare di trotto ogni due settimane circa, con partecipanti provenienti dalla Campania e dalla Calabria oltre che da tutta la Sicilia.

Il Comandante Provinciale dei Nas, Mennitti, e il Comandante del Gruppo Tutela e Salute di Napoli, Di Gregorio, riferiscono che al momento dell’arrivo era in corso proprio la preparazione di una gara. Subito individuati circa 20 cavalli con altrettanti fantini e proprietari e tre veterinari.

Altro aspetto dell’operazione su cui adesso i carabinieri continuano a lavorare, è relativo ai contatti tra la criminalità organizzata e i manager delle corse clandestine. All’interno della struttura che comprendeva dei veri e propri box è stato ritrovato anche un libro-agenda dove venivano annotate le scommesse che raggiungevano anche i 1.000 euro.

Sequestrata anche una sorta di farmacia veterinaria in un garage siracusano dove erano conservati medicinali d’illecita provenienza, per lo più eccitanti broncodilatatori e cortisonici, presumibilmente adoperati come cocktail per dopare gli animali. Sono stati sequestrati 21 cavalli, trasferiti poi al centro di ricovero veterinario di Ragusa dove verranno sottoposti a controlli medici.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.