“Ho visto Gastone sparare a Ciro. Ma c’era più di una pistola”: video choc di Servizio Pubblico

Cera più di una pistola. Ho visto Gastone sparare a Ciro

A intervistare il testimone, che nel video parla a volto coperto, è Sandro Ruotolo. E le parole che sentiamo nel video mettono i brividi: “Ho visto Gastone sparare a Ciro. Ma le pistole erano due.” Chi altro c’era? Chi altro ha sparato? Si è trattato di un agguato? Che davvero ci sia la manina dei servizi segreti dietro questa vicenda di calcio, camorra e infiltrati? Ecco il video choc, che andrà in onda questa sera nella prima puntata di Announo, il nuovo programma di La7 condotto da Giulia Innocenzi.

 

“Indossavano caschi, passamontagna. Vedo questo ragazzo, Ciro, che inizia come altre persone a correre. E il signore Gastone De Santis impugna l’arma e inizia a sparare all’impazzata. Ma non era da solo che sparava, era più di una pistola che sparava”, così il testimone oculare – in un’intervista esclusiva che verrà trasmessa questa sera nella prima puntata di Announo, il nuovo programma di La7 condotto da Giulia Innocenzi – degli scontri di sabato in cui è rimasto gravemente ferito il tifoso del Napoli Ciro Esposito, prima della finale di Coppa Italia Napoli-Fiorentina.

A intervistare il testimone è Sandro Ruotolo: “Lei metterebbe la mano sul fuoco che è stato De Santis?”. “Sì, perché quando abbiamo visto che Ciro si accasciava al suolo e diceva: ‘Mi hanno sparato, mi hanno sparato… sto morendo e mi hanno sparato in petto’, il signor Gastone inciampa da solo e cade. Lui alza di nuovo l’arma e ci intima di stare fermi e grida: ‘Ferma che ve sparo, daglie, vi ammazzo tutti, ammazzo tutti’. Lui punta l’arma al viso a molti di noi, al volto. Quando preme il grilletto la pistola si inceppa per nostra fortuna, perché ci voleva ammazzare’.

“Stava totalmente imbottito di coca…”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.