Ebola, Italia a rischio? News, casi e cose da sapere: sintomi, cura, prevenzione, come si trasmette

ebola italia a rischio

Ebola, l’Italia è a rischio? Ecco news, casi e cose da sapere per non farsi trovare impreparati: sintomi, cura, prevenzione, come si trasmette.

 

Ebola, cosa rischia l’Italia? È questa la domanda che milioni di persone si stanno ponendo in queste ore.

Entriamo nel dettaglio e vediamo di fornire ebola news, casi in Italia e altre cose da sapere per prevenire eventuali rischi: sintomi, cura, prevenzione, come si trasmette.

EBOLA, ITALIA A RISCHIO? – Al momento nessuna nota ufficiale del Ministero della Salute parla di un rischio concreto per il nostro Paese nonostante lo stesso Ministero, lo scorso 24 giugno, abbia diramato un comunicato –  passato fin troppo sotto silenzio – in cui si evidenziava un “rischio remoto di importazione dell’infezione”, tanto è vero che “il Ministero della Salute italiano ha dato per tempo disposizioni per il rafforzamento delle misure di sorveglianza nei punti di ingresso internazionali”.

Questo significa che immigrati e turisti provenienti da alcune zone dell’Africa – Guinea, Liberia, Sierra Leone, Congo, Nigeria e ora anche Senegal – potrebbero rappresentare un pericolo senza gli adeguati controlli messi in atto dalle istituzioni italiane.

EBOLA NEWSL’ultimo comunicato dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità, datato 10 ottobre, parla di 8.399 casi confermati e 4.033 decessi. I Paesi colpiti sono Guinea, Liberia, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Spagna e Stati Uniti d’America.

Il 95% dei casi si concentra in 3 zone in particolare, vale a dire Guinea, Liberia e Sierra Leone.

EBOLA CASI IN ITALIA – A parte la ragazza italiana sospettata di ebola e portata in isolamento – è salita su un aereo della Turkish Airlines, facendo rotta da Kano, in Kenia, fino alla capitale turca – il Ministero della Salute ha parlato di un solo caso nelle Marche, tra l’altro risultato assolutamente negativo.

Si è trattato di una persona di ritorno dalla Nigeria, attualmente in apparenti buone condizioni di salute. Quindi, almeno per il momento, niente allarmismi.

Per qualsiasi altra informazione invitiamo a leggere l’articolo “Come si prende l’ebola: cos’è, sintomi, diagnosi, prevenzione e cura.”

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.