Drone viola la no fly zone del Vaticano: prove tecniche di attentato?

La foto del drone che viola la no fly zone vaticana

La foto del drone che viola la no fly zone vaticana

La no fly zone decisa dal Vaticano per il Giubileo è stata violata due volte in meno di quindici giorni con un drone. Denunciati due trentenni israeliani. Questa notizia, riportata da Il Tempo, è passata fin troppo sotto silenzio. Che succede?

Come riportato da Il Tempo, il 28 dicembre “un drone con tanto di telecamera ha sorvolato il Biondo Tevere fino a sfiorare il Cupolone eludendo per pochi, lunghissimi minuti, il sistema di sicurezza”.

“È il secondo episodio”, scrive ancora Il Tempo, “a distanza di 12 giorni dal fermo del 31enne turco sorpreso in piazza del Colosseo mentre con quattro connazionali manovrava un quadricottero radiocomandato identico al «Phantom 3» sequestrato ieri. Due israeliani, denunciati per violazione del codice della navigazione aerea e dell’ordinanza prefettizia, hanno avuto modo di trascinare il trolley con il marchingegno all’interno fino a ponte Umberto I. Da lì hanno montato sul parapetto l’apparecchio con la telecamera, facendolo volare per tutta la lunghezza del Tevere fino a San Pietro. All’arrivo degli agenti del reparto «Centauro», i due – 33 e 32 anni, entrambi consulenti finanziari a Tel Aviv e incensurati – si sono mostrati sorpresi ma per niente intimoriti. Sprovvisti di documenti, sono stati portati nell’ufficio della Polizia Scientifica per i rilievi fotodattiloscopici prima di esser rimessi in libertà”.

Maurizio Blondet, tra i primi a commentare la notizia, ha usato il solito sarcasmo pungente: “Certamente la preoccupazione è rientrata adesso che sanno chi faceva volare il drone. Gente buonissima, amata da Gesù, che non ha bisogno di essere convertita, dato che è santa ed eletta per definizione”.

Il Giubileo è appena cominciato e nel giro di un mese, per ben due volte, perfetti sconosciuti hanno violato la no fly zone vaticana. Che succede? Bisogna dar credito a chi definisce queste violazioni “prove tecniche di attentato” o si tratta di “semplici” distrazioni da parte di chi dovrebbe garantire la sicurezza?

No fly zone Vaticano

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.