Pensioni, ecco come chiedere il rimborso all’Inps

Pensioni, come chiedere il rimborso all'Inps dopo la sentenza contro la legge Fornero

Pensioni, come chiedere il rimborso all’Inps dopo la sentenza contro la legge Fornero

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale è partita la caccia al rimborso pensioni: come fare? Come richiederlo all’Inps? Ecco il vademecum realizzato dai consulenti del lavoro della Fondazionestudi.it

PENSIONI, LA SENTENZA DELLA CORTE

La Corte Costituzionale con la Sentenza ablativa n. 70/2015 ha giudicato incostituzionale il blocco della perequazione delle pensioni operato, in riferimento agli anni 2012-2013, dell’art. 24 comma 25 del D.L. 201/2011 che conseguentemente è da ritenersi abrogato.

In particolare la norma aveva disposto la rivalutazione piena ( 100% indice FOI) delle pensioni non superiori a 3 volte il trattamento minimo INPS dell’anno precedente l’anno di competenza della rivalutazione (per il 2011 1.405,05 euro).

Inoltre era stata prevista la rivalutazione per le pensioni di importo compreso tra 1.405,05 euro e 1.443 euro ( 3 volte il trattamento minimo rivalutato) fino al valore di 1.443 euro.

Tutti i trattamenti pensionistici di importo superiore a 1.443 euro non venivano rivalutati all’indice inflattivo di riferimento per la totalità del loro importo. Il giudice delle leggi ha riscontrato in tale norma una lesione degli artt. 36 e 38 della Costituzione in riferimento ai quali è stata effettuata una lettura sistematica.

PENSIONI, L’IMPATTO ECONOMICO DELLA SENTENZA

In particolare il blocco della rivalutazione dei trattamenti pensionistici è stato giudicato in contrasto con i principi di proporzionalità e adeguatezza cui deve necessariamente ispirarsi la legislazione in materia di misura dei trattamenti pensionistici segnatamente riferita agli aspetti legati alla perequazione ovvero alla conservazione del potere di acquisto delle pensioni nel tempo.

La Fondazione Studi ha stimato l’impatto sulle finanze pubbliche della rivalutazione non riconosciuta, fino al mese di maggio 2015, al netto degli effetti fiscali, in circa 6 miliardi di euro.

PENSIONI, COME CALCOLARE QUANTO SPETTA AL TITOLARE DEL TRATTAMENTO

circolareFS_n10_2015_Pensioni

Nella tabella di cui sopra si è preso a riferimento un trattamento pensionistico che nel 2011 assumeva un valore su base lorda mensile di 1.800 euro. Si nota chiaramente in tal caso che l’importo cui avrebbe diritto il titolare della pensione a titolo di recupero delle somme non versate negli anni 2012-2013-2014-2015 ammonterebbe al netto degli effetti fiscali a 2.677,67 euro. Inoltre il titolare della pensione avrebbe diritto ad un ricalcolo vita natural durante della pensione che passa da un valore attuale lordo di 1.824 euro a un valore di 1926,81 euro.

PENSIONI, COME CHIEDERE IL RIMBORSO ALL’INPS

Per avviare il recupero della perequazione dovrà, in via preventiva, depositarsi domanda amministrativa volta alla ricostituzione della pensione, presentata attraverso:

a) Pin personale;

b) tramite intermediari abilitati (consulenti del lavoro, avvocati, patronato ecc..).

Per conoscere tutti i dettagli su come chiedere il rimborso pensioni all’Inps dopo la sentenza della Corte Costituzionale consigliamo di scaricare e stampare il vademecum dei consulenti del lavoro della Fondazionestudi.it : clicca qui per leggere il pdf.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.