Disoccupazione giovanile. È nuovo record, un’ascesa senza freni. Ma si pensa a Berlusconi

disoccupazione giovanile in crescita fenomeno preoccupante

Il tasso di disoccupazione in Italia si attesta al 12,5% a ottobre, invariato rispetto al mese precedente e in aumento di 1,2 punti percentuali nei dodici mesi.

Lo comunica l’Istat, sottolineando che si tratta del livello più alto dall’inizio delle serie storiche nel 1977. Nel terzo trimestre il tasso risulta pari al 12,3%, in aumento dal 12,1% del secondo: anche in questo caso si tratta di un massimo storico.

Nuovo record anche per la disoccupazione giovanile. Il tasso di giovani in età compresa 19-24 anni in cerca di lavoro e senza impiego è salito Di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,8 punti su base annuale.

Il numero di giovani inattivi è pari a 4 milioni 402 mila, in aumento dello 0,1% nel confronto congiunturale (+6 mila) e del 2,1% su base annua (+92 mila). Il tasso di inattività dei giovani tra i 15 e 24 anni, pari al 73,2%, sale di 0,1 punti percentuali nell’ultimo mese e di 1,8 punti nei dodici mesi.

 

 

 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.