Anche i vigili del fuoco contro gli F35: “Le nostre divise si bruciano”

vigili del fuoco contro f35a

Anche i pompieri si schierano contro l’acquisto dei cacciabombardieri. Lo fanno comunicando una nota durissima e decidendo di aderire allo sciopero del 13-14 luglio.

 

È cosi anche i vigili del fuoco si schierano contro l’acquisto di questi, a questo punto possiamo dirlo, “maledetti” F35. Stanchi di essere relegati in un angolino anche loro decidono di far sentire la propria voce, pubblicano una nota in cui esprimono tutta la propria amarezza per la situazione drammatica in cui naviga il corpo dei Pompieri che li vede direttamente coinvolti ancor di più ora che si parla dell’acquisto costosissimo degli aerei.

Nel comunicato si può leggere che :

“Il corpo nazionale, ormai da anni, è in balia di una situazione debitoria verso officine e fornitori carburante disastrosa, tanto che non sappiamo in futuro ancora per quanti giorni i vigili del fuoco possano garantire il soccorso a 360. I vigili del fuoco lavorano in condizioni pessime, con DPI ( dispositivi di protezione individuale ) di quart’ultima scelta, tanto è che sugli interventi si sono bruciati ed i caschi di protezione deformati, ed il governo continua a comprare caschi per pilotare gli F35 al prezzo di 500.000 € l’uno!!!!!

A tutto ciò si aggiunge che è scaduta da alcuni mesi l’assicurazione sanitaria per questa categoria, che ricordiamo è esente INAIL, altamente a rischio infortuni proprio per la particolare pericolosità del lavoro svolto.” Insomma praticamente una situazione assolutamente disastrosa. Inoltre i vigili del fuoco si rivolgono direttamente al Governo chiedendo che “accia un atto di coraggio e destini quei fondi al lavoro ed al soccorso, allo Stato sociale, considerando anche l’eliminazione della precarizzazione all’interno della macchina soccorso (pensate 60.000 precari a fronte di nemmeno 30000 permanenti e amministrativi) e con il ripristino dei fondi di gestione tagliati ai vvf del 75%.

La USB chiede a gran voce che si investa sul soccorso attraverso il rilancio di questo settore che di indubbio valore e rivolto a cittadini; basta con spese inutili come gli F35 che non ci sono utili in nessuna occasione.

Vigili del fuoco, un servizio sociale per il paese, NO a fabbricanti di strumenti per fare guerre!!!”.

Insomma questi “maledetti” aerei non li vuole proprio nessuno.

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.