Ripreso mentre prepara strisce di cocaina, consigliere comunale si dimette: quando la politica va in bianco

strisce beccato consigliere

Il consigliere in questione si è difeso dicendo che si tratta di uno scatto “fuori contesto”, di uno “scherzo tra amici”, come riporta Fanpage. Sarà vero? O si tratta di “cocaina a sua insaputa”?

 

Una sua foto pubblicata su Internet e subito ripresa dai più importanti siti di informazione spagnoli potrebbe costare molto cara ad un consigliere comunale di Nules, cittadina della comunità autonoma valenciana. L’uomo, José Vicente Adsuara, è stato ripreso mentre insieme ad altre persone era intento a preparare con una carta di credito quelle che sembrano strisce di cocaina su un tavolo. La foto ovviamente ha fatto molto scalpore in Spagna e, incalzato dai dirigenti della sua formazione politica, il Partito Popolare iberico, José Vicente Adsuara lunedì è stato costretto a dimettersi da consigliere comunale. Dal suo canto il politico si difende assicurando che lo scatto è stato preso fuori contesto e che si trattava semplicemente di uno scherzo tra amici. Uno scherzo che però potrebbe costargli oltre al posto di consigliere anche l’intera carriera politica. Nonostante Adsuara abbia gridato al complotto, infatti, il suo partito ha già preso le distanze.

“Non voglio danneggiare l’immagine della mia città,né quella del partito né la mia reputazione” ha spiegato il politico spagnolo presentando le dimissioni da consigliere, aggiungendo però che “la fotografia è stata scattata durante una riunione di amici e faceva parte di uno scherzo. In realtà sul tavolo non c’era nulla e perciò considero la sua diffusione totalmente ingiustificabile e inspiegabile”. Adsuara ha assicurato di non aver mai fatto uso di droga e ha presentato una denuncia contro ignoti, spiegando: “Voglio continuare a lottare per le mie idee che sono quelle del Partito Popolare, anche se mi rendo conto che la priorità in questo momento è quella di difendere la mia immagine pubblica. Io non ho nulla da nascondere”. 

Fino al 31 dicembre 2016 puoi attivare una copertura per il rischio terremoto con sconti fino al 50%.